“Il Covid? Ce l’avevamo tutti”, annuncio sconvolgente: shock nel mondo del tennis

431

“Il Covid? Ce l’avevamo tutti”, annuncio sconvolgente: shock nel mondo del tennis. Il coronavirus è tornato a fare la voce grossa dopo mesi di tranquillità

E’ tornato a far sentire la sua sinistra e sgradevole presenza proprio quando sembrava non costituire più una minaccia. E invece il Covid-19 da qualche settimana è tornato a fare la voce grossa, tornando a mietere vittime tra i cittadini, anche nel mondo dello sport.

Wimbledon
Wimbledon (LaPresse)

E in particolare nel tennis, dove a causa del pesante ritorno di fiamma del Covid il nostro Matteo Berrettini, risultato positivo a un tampone a cui lui stesso ha deciso di sottoporsi, non potrà disputare un torneo di Wimbledon che lo vedeva tra i grandi favoriti.

Poche ore prima di scendere in campo per la disputa del primo turno, il 25enne tennista romano ha dato forfait annunciando la positività al Covid-19. Una vera disdetta per Berrettini che ha comunque raccolto ampi consensi per il suo comportamento onesto e corretto nei confronti di compagni e potenziali avversari.

Ma non tutti nel mondo del tennis hanno dimostrato di comportarsi con identica correttezza e trasparenza. Qualche ora dopo l’annuncio di Berrettini, sono giunte le dichiarazioni di una big del tennis femminile che hanno prodotto un vero e proprio shock in tutto il circus mondiale.

Alizè Cornet, l’annuncio shock: “Al Roland Garros tutte avevano il Covid”

Alizè Cornet
Alizè Cornet (Ansa)

Nel corso di una conferenza stampa, la 32enne tennista francese Alizé Cornet, fresca di qualificazione al secondo turno del torneo di Wimbledon dopo aver battuto la kazaka Julija Putinceva: “Al Roland Garros c’era un’epidemia di Covid-19 e nessuno ne parlava. Negli spogliatoi ce l’avevano tutti e non abbiamo detto niente“, ha dichiarato la giocatrice nizzarda, scatenando un vero e proprio putiferio.

E come se tutto questo non bastasse, Alizè Cornet ha rincarato la dose con una dichiarazione che di fatto soiglia a una sorta di autodenuncia: “Al Roland Garros ci devono essere stati alcuni casi, ma con un tacito accordo tra noi siamo andate avanti. Ho visto ragazze indossare maschere perché non volevano trasmettere il virus. Ma non dirò di più a tal proposito“.

A questo punto, alla luce della confessione della Cornet, diventa inevitabile un’inchiesta imminente della commissione medica internazionale. La tennista francese rischia una lunga squalifica.