Ibrahimovic, arriva la decisione del Milan sul suo futuro: è tutto definito

279

Ibrahimovic, arriva la decisione del Milan sul suo futuro: è tutto definito. Lo svedese è alle prese con il recupero dall’operazione al ginocchio

Nonostante abbia giocato poco nell’ultima parte della stagione, a Milanello tutti hanno riconosciuto a Zlatan un’importanza fondamentale nella corsa allo scudetto.

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (AnsaFoto)

Vacanze? Si ma solo part time. Questa la situazione di Zlatan Ibrahimovic che alla fine di maggio si è sottoposto in una clinica di Lione ad una delicata operazione al ginocchio, in cui è stato ricostruito il crociato anteriore e sono stati riparati i menischi. Lo stop come da protocollo è di almeno 8 mesi, ma un fuoriclasse come lo svedese non vuole lasciare nulla di intentato e per questo lavora sodo per accorciare il rientro. Nonostante qualcuno gli avesse consigliato di smettere, a 40 anni suonati, il campione di Malmo, non ne vuole sapere. Quest’anno ha dimostrato a tutti la sua utilità, sia in campo nella prima parte di stagione, sia nello spogliatoio nella seconda metà del campionato. Uno scudetto che tutti gli hanno dedicato, riconoscendogli quella leadership che spesso era mancata dalle parti di Milanello. Il primo ad esserne consapevole è stato proprio Stefano Pioli, suo grande sponsor anche per il futuro.

Ibrahimovic, arriva la decisione del Milan sul suo futuro: rinnovo a gettone per un altro anno

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic festeggia lo scudetto con il Milan (AnsaFoto)

Il cambio societario non ha spostato le prospettive di Ibra, che si sta accordando per un rinnovo di un altro anno. Jerry Cardinale sa perfettamente che a livello di immagine, uno come Zlatan può essere solo che vantaggioso per il club. Ma quale sarà il contratto di Ibrahimovic?

Si tratterà di un accordo annuale che prevede uno stipendio fisso “simbolico” (qualche centinaia di migliaia di euro), a cui si andrebbero ad aggiungere cospicui bonus legati a presenze e rendimento, che scatterebbero dunque solo al momento del suo rientro in campo. Una vera e propria scommessa a gettone che può però dargli quell’extra motivazione per recuperare al 100% dal pesante infortunio. Nel frattempo proseguirà, come fatto finora, ad essere un motivatore straordinario e un punto di riferimento per tutti i compagni. Anche in sede di mercato la sua presenza può spostare in fatto di scelte, come confermato dal neo arrivato Origi, felicissimo di condividere lo spogliatoio con un campione della sua levatura.