Matteo Berrettini, le parole che non ti aspetti: l’annuncio è clamoroso

416

Matteo Berrettini, le parole che non ti aspetti: l’annuncio è clamoroso. Il tennista azzurro si sta riprendendo dal Covid dopo aver salutato Wimbledon

Resta la grandissima delusione per non aver potuto competere ai Championship, viste le ottime chance di arrivare in fondo. Ora però si intravede la luce infondo al tunnel.

Berrettini
Matteo Berrettini (Ansafoto)

E’ stato un periodo complicatissimo dal punto di vista mentale per Matteo Berrettini. Se dal punto di vista fisico il Covid non l’ha debilitato più di tanto, il ritiro da Wimbledon è stata una mazzata pesantissima da mandare giù, specie dopo oltre due mesi di stop per il problema alla mano. L’obbligo di rinunciare prima alla stagione sul rosso (compresi gli Internazionali d’Italia) e ora ai Championship, avrebbe steso chiunque, ma non lui. Di forza, anche mentale, ne ha da vendere e si sta già ricaricando per la seconda parte della stagione. Sul cemento nordamericano vuole essere protagonista, per arrivare al meglio agli US Open (dove vanta già una Semifinale, perse da Nadal in 3 set nell’edizione del 2019). A incoraggiare tutti i tifosi, che sono sempre pronti a sostenerlo, ci ha pensato lui stesso attraverso un post su Instagram.

Matteo Berrettini, il Covid è ormai un lontano ricordo: tutto pronto per il grande rientro – FOTO

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Matteo Berrettini (@matberrettini)

Il suo pensiero condiviso tramite i social ha rassicurato tutti. Berrettini scrive: “In forma, sano e di nuovo ad allenarmi. Grazie per tutti i bei messaggi della scorsa settimana. Significa molto per me”. Insomma una brutta parentesi finalmente chiusa, come testimonia anche lo splendido sorriso, a favore di sole, e il fisico statuario. Il suo ritorno alle gare è atteso nel torneo ATP 250 di Gstaad. In Svizzera, sulla terra rossa, il tennista romano proverà a saggiare la sua condizione in vista dei Master 1000 di Montreal e Cincinnati. C’è da recuperare anche i punti in vista delle Finals di Torino, considerando il pesante bottino perso a Wimbledon (anche se avesse partecipato quest’anno il torneo non assegna punti a causa delle controversie tra ATP e l’All England Tennis Club). La speranza è che i malanni fisici, di qualsiasi natura e provenienza, siano finalmente finiti per Matteo, potendo finalmente dare continuità a delle prestazioni di assoluto livello. Con lui e Sinner il futuro è assicurato.