Prezzo carburanti, luglio porta buone notizie: sorridono gli automobilisti

484

Prezzo carburanti, luglio porta buone notizie: sorridono gli automobilisti. Arrivano interessanti novità sui costi di benzina e diesel dopo un periodo di robusti aumenti

Quello che in tutto il mondo si sta attraversando è uno dei periodi di maggiore crisi a cui si assiste dal secondo dopoguerra in poi. Una crisi drammatica e a tutti i livelli: politico, economico e ambientale con tangibili e drammatiche conseguenze per tutti i cittadini dei paesi maggiormente coinvolti.

Benzina
Benzina (Ansa)

Uno dei settori maggiormente colpiti è quello dei carburanti: gli aumenti fuori controllo di gas e petrolio ha influenzato profondamente i costi al dettaglio di benzina e Gpl. Insomma, una crescita esponenziale che sta penalizzando tutti i cittadini, che faticano sempre di più ad arrivare alla fine del mese.

Il Governo italiano ha cercato e sta cercando attraverso alcuni provvedimenti di ridurre il più possibile il costo dei carburanti alla pompa, ma finora senza ottenere chissà quali risultati.

La proroga del taglio delle accise dall’8 luglio al 2 agosto è servita a regalare una boccata d’ossigeno ad automobilisti ed autotrasportatori, ma il sollievo è stato di breve durata. Già nell’ultima settimana di giugno benzina e diesel hanno ricominciato ad aumentare.

Prezzo carburanti, buoni segnali: i prezzi scendono a luglio

Benzina
Pompa benzina (Ansa)

In questi primi giorni di luglio invece qualcosa si sta muovendo in senso positivo. Gli effetti dei provvedimenti del Governo Draghi e di una minima riduzione dei prezzi di petrolio e gas sembra produrre effetti benefici, anche se per ora con delle oscillazioni nel complesso minime.

Nel dettaglio, in base alla consueta elaborazione di Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise aggiornati ai primi giorni del mese di luglio, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self è 2,070 euro/litro (2,071 il valore precedente), con i diversi marchi compresi tra 2,051 e 2,088 euro/litro (no logo 2,055).

Il prezzo medio praticato del diesel self è 2,036 euro/litro (2,037 il dato precedente), con le compagnie tra 2,023 e 2,045 euro/litro (no logo 2,032).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato rimane fermo a 2,207 euro/litro, con gli impianti colorati che hanno prezzi medi praticati tra 2,137 e 2,292 euro/litro (no logo 2,105). La media del diesel servito è 2,177 euro/litro (contro 2,178), con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi praticati compresi tra 2,110 e 2,252 euro/litro (no logo 2,083).