“Il successo in un GP è sacro”: un grande ex della Formula 1 applaude Binotto

283

“Il successo in un GP è sacro”: un grande ex della Formula 1 applaude Binotto. Tra Sainz e Leclerc,  ha fatto bene a privilegiare il primo

Sono già passati due giorni e il verdetto ormai è scolpito perché nessuno potrà più cambiarlo. Ma nella testa di molti tifosi della Ferrari in generale o di Leclerc in particolare risuona ancora la domanda: davvero dal muretto del Cavallino a Silverstone hanno fatto le mosse giuste?

La Ferrari F1 75 ha vinto a Silverstone (LaPresse)

Una domanda che si fanno anche gli addetti ai lavori, con parerti opposti, ma un grande ex del recente passato, Jarno Trulli, non ha nessun dubbio. In questa fase della stagione vincere una gara è troppo importante per qualsiasi squadra, anzi ““il successo in un GP è sacro” e quindi la Ferrari ha centrato l’obiettivo prefissato. Come ha spiegato a ‘La Repubblica’, adesso è presto: fra due mesi, quando la classifica sarà più chiara, allora sarà tempo di fare delle scelte.

Una vittoria è sempre una vittoria, poco importa come è maturata e secondo l’abruzzese a Maranello non stanno rischiando di penalizzare Leclerc. Però “da pilota lo capisco. Gli sta succedendo di tutto. Potrebbe essere a fianco di Verstappen e invece è a meno 43. Ma è forte e può rimontare. La chiave è semplice: sul filo del rasoio, vince chi sbaglia meno”.

Un grande ex della Formula 1 applaude Binotto: ecco perché Sainz non ha sbagliato

Del presunto caso nelle ultime ore ha parlato di nuovo anche Mattia Binotto sul sito ufficiale della Ferrari. Le prime parole sono di elogio per Carlos Sainz che è decisamente cresciuto dall’inizio della stagione. In squadra sapevano bene che era solo questione di tempo prima che arrivasse la vittoria e in effetti è stato così.

Poi però ha affrontato anche un tema caldo, quello della presunta ribellione di Sainz agli ordini di and lallo spagnolo è stato chiesto di tenere dieci macchine di distanza da Leclerc in regime di Safety Car: “Carlos non ha ignorato le indicazioni della squadra, ci ha chiarito che doveva proteggersi dai nostri avversari, e così stava anche proteggendo il nostro vantaggio. Eravamo tutti allineati su questo”.

Ferrari Binotto

Binotto e Leclerc (ANSA)Ora tutti concentrati sul prossimo weekend, quello del GP d’Austria nel quale tornerà anche la gara Sprint: “Dovremo assicurarci di scendere in pista con macchine pronte per affrontare questa sfida, e con una squadra forte e unita”.