Roma, scoppia la bomba Mourinho: Dan Friedkin è spiazzato

330

Roma, scoppia la bomba Mourinho: Dan Friedkin è spiazzato. Il tecnico portoghese al secondo anno sulla panchina giallorossa vuole competere per vincere

Il calcio mercato sta ridisegnando le gerarchie al vertice della Serie A. In questo momento, Inter e Juventus sembrano inavvicinabili per la concorrenza, compreso il Milan campione d’Italia. Ma chi forse almeno sulla carta sta peggio di tutti, in relazione agli acquisti fatti e soprattutto non fatti, è la Roma di Josè Mourinho.

Mourinho
Josè Mourinho (LaPresse)

Alla voce entrate, il bottino del club giallorosso finora è decisamente magro: un portiere di riserva, Svilar, un terzino destro alternativo a Karsdorp, il turco Celik e il 34enne centrocampista serbo Nemanja Matic svincolato.

Poco, troppo poco per poter insidiare le corazzate con la maglia a strisce. Il direttore generale della Roma, Tiago Pinto, sta facendo i salti mortali per fare cassa con quei giocatori che non rientrano nei piani dello staff tecnico. Tanti contatti, parecchi incontri finora ma niente di concreto.

Di conseguenza il mercato in entrata del club capitolino è decisamente fermo, condizionato da un indebitamento che pesa come un macigno sui bilanci della società. E questo nonostante gli enormi sforzi, economici e finanziari, compiuti finora dal presidente Dan Friedkin.

Roma, il mercato langue: Mourinho è furioso

Mourinho
Josè Mourinho (LaPresse)

Uno scenario che a un allenatore ambizioso come Josè Mourinho non può piacere più di tanto, anzi. E alla prima occasione buona, uno scambio di impressioni informale con qualche cronista presente ad un evento particolare, lo Special One ha fatto chiaramente trapelare il suo attuale stato d’animo.

Si vede dalla faccia che sono preoccupato? – ha chiesto ai giornalisti presenti lunedì ai Mercati di Traiano per il Phygital Sustainability Expo dove la figlia Matilde ha presentato la sua collezione di gioielli sostenibili -. La verità è che sono un po’ frustrato per il mercato“.

Subito dopo, forse resosi conto delle conseguenze di queste sue dichiarazioni, Mourinho ha precisato: “Ma tranquillo, tranquillo“.

Un chiarimento, molto presunto a dir la verità, che non è bastato a placare l’ondata di polemiche che ne sono scaturite. Di fronte a questa breve ma inequivocabile dichiarazione, il presidente Dan Friedkin è saltato sulla sedia.

Il numero della Roma infatti è pronto ad accontentare il suo allenatore e non si aspettava parole di questo tenore.