Totti e Ilary, il divorzio diventa virale: la conseguenza è inevitabile

189

Le conseguenze del divorzio tra Francesco Totti e Ilary Blasi sono diventate un vortice mediatico che coinvolge anche la televisione

Che un potenziale divorzio tra Francesco Totti e Ilary Blasi potesse diventare un autentico tsunami mediatico lo si era intuito già alcuni mesi fa, quando le voci di una crisi cominciarono a profilarsi nel rapporto della coppia d’oro romana.

Totti e Ilary
L’immagine di repertorio del celebre matrimonio tra Totti e Ilary Blasi: era il 2005 (Foto ANSA)

Poi, l’annuncio ufficiale della separazione ha scatenato tutto il resto. Migliaia e migliaia di ricerche on-line, una logica conseguenza mediatica che sul web ha raccolto una quantità industriali di contenuti.

Francesco Totti e Ilary, il divorzio è mediatico

Di fronte a un interesse del genere da parte del pubblico la TV non poteva certo restare indifferente. E infatti i palinsesti cambiano. Improvvisamente su molte reti sportive sono comparse monografie dedicate a Francesco Totti: non solo alla sua carriera, ma anche al suo addio. Persino la RAI, sotto questo aspetto, ha preso una decisione che ha del clamoroso.

“Mi chiamo Francesco Totti”

Sfruttando l’onda lunga del divorzio tra Totti e Ilary, infatti, la rete ammiraglia di stato ha deciso di anticipare addirittura a lunedì prossimo, 25 luglio, lo speciale “Mi chiamo Francesco Totti” inizialmente previsto per la stagione televisiva autunnale. Si tratta di un contenuto completamente diverso a “Speravo de morì prima”, film per la TV prodotto e trasmesso lo scorso anno da SKY e poi in chiaro da TV8 con ascolti di una certa importanza.

Totti e Ilary
Una delle immagini simbolo di Totti e Ilary, con i figli durante l’addio del capitano della Roma (Foto ANSA)

Nel frattempo si parla di richieste con cifre da capogiro per interviste esclusive, sia a Totti che a Ilary, che è partita in vacanza per la Tanzania, lontana da qualsiasi clamore mediatico. Ma i due ex, a quanto pare, si sarebbero risparmiati qualsiasi replica mediatica: per amore dei figli e perché certamente non hanno bisogno di soldi.

Siccome invece la TV vive di ascolti RAIUno, in prima serata, lunedì sera – programmazione tradizionalmente televisiva dedicata alla famiglia – schiera un colpo a sensazione che potrebbe ricevere un grandissimo responso di audience.