Jannik Sinner dopo l’infortunio di Wimbledon: le sue condizioni – VIDEO

210

Non è stato un 2022 semplice per Jannik Sinner che ha alternato grandi tornei a infortuni e acciacchi

Prudenza d’obbligo, in considerazione dei rischi. Molta cautela, Ma anche qualche buona notizia per Jannik Sinner alle prese l’ennesima ‘ripartenza’ in una stagione tormentata.

Jannik Sinner
Wimbledon, Djokovic soccorre Jannik Sinner dopo l’infortunio alla caviglia (Foto ANSA)

Stando a quanto mostra un video piuttosto dettagliato girato da un fan e diffuso sui social, Sinner sta tornando in buone condizioni.

Jannik Sinner, lento recupero

Allenamenti più intensi a ritmi più serrati. E questo dovrebbe consentire al 20enne altoatesino di tornare in campo in Croazia per il torneo ATP 250 di Umago. Si attende una comunicazione ufficiale a riguardo. Soprattutto dopo che la settimana scorsa tutti si aspettavano Sinner regolarmente in campo ad Amburgo, quando invece il tennista ha preferito prendere tempo e allenarsi con cautela per riprendere gradualmente la sua migliore condizione possibile.

Tutti i guai del 2022

Jannik Sinner
Jannik Sinner quasi pronto a tornare in campo (Foto ANSA)

Le immagini evidenziano un Sinner reattivo, veloce, estremamente agile anche nei cambi di direzione che erano stati il suo momento di difficoltà a Wimbledon, in particolare nei quarti di finale contro Djokovic. Tanto che l’azzurro era anche stato costretto a chiamare un lungo medical time out pur completando regolarmente il match contro il serbo, che poi avrebbe vinto il torneo.

Molti tuttavia, tra questi per la verità anche Djokovic, si sono chiesti se senza quel problema alla caviglia l’altoatesino – che era in vantaggio di due set – avrebbe poi perso.

Jannik Sinner quest’anno era stato costretto a dare forfait quattro volte. A Indian Wells, prima del quarto turno con Kyrgios per una indisposizione. Poi a Miami per fastidiosissime vesciche a un piede. Quindi a Roma per un problema all’anca e infine a Parigi, per un ginocchio dolorante.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Functional Tennis (@functionaltennis)