Chelsea pronto a una follia per Rafael Leao: tifosi rossoneri divisi

213

Ancora una settimana di calciomercato e in Inghilterra non si parla d’altro che del clamoroso interesse del Chelsea per Rafael Leao che mette il Milan di fronte a un bivio

Voci di mercato, magari in qualche caso ingigantite dal flusso di informazioni che viaggiano tra Londra e Milano.

Chelsea Rafael Leao
Per Leao la clausola rescissoria è di 150 milioni di euro (AP LaPresse)

Ma nelle ultime ore sono sempre di più i rumours che vogliono Rafael Leao vicinissimo al Chelsea.

Chelsea all’asta per Rafael Leao

Una trattativa che per la verità prosegue fin dalla fine della scorsa stagione quando al Chelsea c’era ancora Abramovich e la società, reduce da Champions League e Mondiale per Club era intenzionata a un’offerta importante per l’attaccante portoghese. Le trattative si erano interrotte a seguito delle problematiche legate al magnate russo, tra beni confiscati e cessione obbligata. Ma i nuovi proprietari del Chelsea non badano a spese.

Tifosi del Milan divisi

Chelsea Rafael Leao
Rafael Leao, sotto contratto fino al 2024 con il Milan (AP LaPresse)

In due mesi il nuovo azionista di riferimento, il magnate americano Todd Boehly e i suoi soci, hanno investito oltre cinque miliardi di dollari per acquisire il club e chiudere i conti con la vecchia gestione. Poi la società si è messa sul mercato con un budget di quasi mezzo miliardo di dollari. Sono arrivati in rapida successione Cucurella, Sterling, Koulibaly (dal Napoli) Chukwuemeka, Casadei (dall’Inter). Ma il colpo grosso deve ancora arrivare. E il Chelsea vuole a tutti i costi Rafael Leao.

La clausola rescissoria che il Milan ha provvidenzialmente fissato sul giocatore al momento di acquisirlo è imponente. Si parla di una cifra non inferiore ai 150 milioni di euro. E il Milan pretende tutta la clausola, non un euro di meno. In più chi acquista dovrebbe riconoscere un risarcimento ancora pendente allo Sporting Lisbona, la società dove Leao ha firmato il suo primo contratto professionistico, e un bonus di valorizzazione per il Lille.

La tifoseria del Milan è divisa. In un momento storico controverso, con il passaggio del club dal Fondo Elliott al Fondo Red Bird di Cardinale rifiutare una cifra del genere sarebbe davvero un assurdo. Ma il Milan rischia anche di trovarsi senza il suo gioiello più prezioso e con il mercato ormai in scadenza. Il Milan, dal canto suo, ha già fatto le sue mosse: direttamente con il giocatore e il suo procuratore, Jorge Mendes, lo stesso di Cristiano Ronaldo. Un rinnovo importante da concordare prima dei mondiali rispetto al contratto in scadenza nel giugno 2024.