Berrettini e Sinner fanno sognare tutti: colpo di scena in vista degli Us Open

362

Berrettini e Sinner fanno sognare tutti: colpo di scena in vista degli Us Open. I due tennisti italiani saranno tra i protagonisti a New York

Lunedì scatta l’ultimo Slam della stagione 2022 e i nostri alfieri fanno sul serio. Lo scorso anno i due raggiunsero rispettivamente i Quarti e gli Ottavi di finale, contro Djokovic e Zverev.

Sinner e Berrettini
Jannik Sinner e Matteo Berrettini (AnsaFoto)

Ci siamo quasi. Lunedì iniziano gli Us Open 2022, ultimo Major di una lunga e combattuta stagione. Dopo Wimbledon i big si sono concentrati sulla migliore preparazione possibile per Flushing Meadows e ora è arrivata la resa dei conti. Salvo incredibile colpi di scena sarà assente il finalista uscente Novak Djokovic, per le note vicende relative al vaccino anti Covid. Le cose a riguardo stanno cambiando negli Stati Uniti ma ancora non c’è un’apertura per chi non ha completato il ciclo immunizzante (cambia la regola sui contatti stretti ma solo per i residenti, vaccinati e non). Chi potrà scendere in campo sarà invece il campione uscente, Daniil Medvedev, che non verrà penalizzato solo per essere russo come a Londra. Tra i favoriti d’obbligo c’è anche Rafa Nadal, costretto però ad un apprensione particolare per la condizione della moglie, Mery Perello, alle prese con una gravidanza difficile.

Berrettini e Sinner fanno sognare tutti: l’obiettivo è la Semifinale

Us Open
Il logo degli US Open (AnsaFoto)

Anche i nostri due alfieri italiani, Berrettini e Sinner, sono attesi tra i protagonisti. I due hanno raggiunto lo scorso anno rispettivamente i Quarti di finale contro Djokovic e gli Ottavi di finale contro Zverev (altro grande assente). Gli azzurri puntano ad un piazzamento in Semifinale, ovviamente con un rendimento che dovrà essere completamente diverso rispetto a Montreal e Cincinnati. Serve una versione di Sinner simile a quella di Wimbledon, mentre per Berrettini occorrerà ritrovare la verve della stagione sull’erba (con vittorie a Stoccarda e Queens).

I due italiani saranno rispettivamente teste di serie numero 12 e 14, potendo quindi contare con discreti accoppiamenti nei primi turni. Tra i big, per la prima volta, verrà inserito anche Lorenzo Musetti, numero 27 del seeding americano, con buona fiducia dopo i successi sulla terra battuta. Una squadra complessivamente molto forte (grandi speranze in Davis) per uno Slam che si preannuncia davvero entusiasmante.