UFC, il sogno infranto di Marvin Vettori: vince Whittaker – VIDEO

140

Nel match più atteso dai fan italiani di MMA e UFC, Marvin Vettori esce nettamente battuto dall’australiano Whittaker

Marvin Vettori è un lottatore vero. Uno di quelli che sa come alzarsi quando si cade. Anche se le botte fanno male e il colpo a terra è pesante.

UFC Vettori Sportitalia.it 040922
Vettori, di nuovo sconfitto in UFC (UFC Press Office)

E c’è solo da augurarsi che anche da questa caduta Marvin sappia rialzarsi. Trovando motivazione e spunti per iniziare una nuova fase della sua carriera.

UFC, Vettori sconfitto da Whittaker

Vettori, dopo avere fallito un paio di appuntamenti importanti (in particolare quella con Adesanya nel giugno del 2021) che lo avevano portato a un passo dalla grande consacrazione, era riuscito a conquistare questa sfida importante contro l’australiano Robert Whittaker. Un avversario tosto:3 1 anni, un lottatore molto potente, tecnico ed estremamente quadrato in difesa. Vettori ha affrontato il match a viso aperto, prendendosi qualche rischio. Ma ne è uscito battuto ai punti.

Il sogno italiano non è finito

Nella sfida organizzata a Parigi di fronte a un pubblico eccezionale, categoria pesi medi, Vettori ha trovato un avversario difficilissimo da affrontare. Sempre sulla difensiva, estremamente chiuso, protetto, pochi colpi sempre pesanti e difficilissimo da attaccare. “The Reaper”, il mietitore – che nell’accezione australiana del termine al femminile è ‘la morte che cammina’, quella con cappa nera e falce in mano – si rivela il peggiore avversario possibile. Vettori attacca, ma subisce. Incassa e contrattacca. Senzam ai trovare punti deboli in un avversario che punta tutto sulla lunghezza, prendendo l’azzurro per stanchezza. Vettori, “the Italian dream” esce battuto ai punti con decisione unanime. ma non ridimensionato. Ha 28 anni e altro tempo davanti, in attesa di altre opportunità.

Niente da fare nella riunione di Parigi anche per Alessio Di Chirico, battuto per KO dal russo Kopylov al terzo round. Seconda sconfitta consecutiva.

La proclamazione di Whittaker ai punti