Infortunio Chiesa, scatta un nuovo allarme: Allegri preoccupato

213

Infortunio Chiesa, scatta un nuovo allarme: Allegri preoccupato. Novità di rilievo sui tempi di recupero dell’attaccante campione d’Europa

Sono trascorsi otto mesi esatti dal giorno in cui Federico Chiesa si procurò la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Un infortunio gravissimo che lo ha costretto a saltare la seconda metà della scorsa stagione e l’intera prima parte di quella attuale.

Chiesa
Federico Chiesa (Ansa)

In questi lunghissimi mesi l’ex attaccante della Fiorentina ha seguito alla lettera l’intero percorso terapeutico e riabilitativo che avrebbe dovuto consentirgli di tornare in campo tra la fine di settembre e la prima metà di ottobre.

Lo stesso Massimiliano Allegri, non più tardi di una settimana fa, aveva indicato come abbastanza prossimo il ritorno di Federico Chiesa nell’elenco dei convocati.

Tutto insomma lasciava credere che l’attaccante della Juventus avrebbe riassaporato il profumo del campo di calcio dopo la sosta per gli impegni delle nazionali.

Invece, il 25enne esterno cresciuto nella Fiorentina dovrà ancora attendere e armarsi di tanta pazienza. E’ accaduto infatti che nel momento in cui Chiesa ha provato a spingere di più proprio perchè si sentiva vicino al rientro, il ginocchio si è gonfiato.

Infortunio Chiesa, il rientro slitta ancora: Allegri furioso

Chiesa
Federico Chiesa (Ansa)

Ovviamente il giocatore bianconero si è fermato di nuovo ed è stato subito visitato dai medici della Juventus. I quali, dopo averlo rassicurato sulle condizioni del ginocchio, hanno però spostato molto in avanti la data del possibile ritorno in campo.

Chiesa dovrebbe tornare ad allenarsi in gruppo a metà ottobre edi conseguenza non tornerà ad essere protagonista in Serie A prima di inizio novembre o, nelle peggiore delle ipotesi, a gennaio 2023 dopo la sosta per i Mondiali.

Un vero grattacapo per la Juventus e per lo stesso Allegri. Il tecnico bianconero sperava di poter mandare in campo ll’ex viola già ad ottobre, con l’obiettivo di riabituare il giocatore al ritmo partita.

Niente di tutto questo: quasi certamente Federico Chiesa non rivedrà il campo prima di gennaio, dopo la sosta per i campionati del mondo. Di fatto, alla luce dell’ennesimo rinvio, la Juventus potrà contare realmente su di lui a partire dalla prossima stagione.

Il vero Chiesa, quello in grado di scompaginare le difese avversarie, lo rivedremo tra un anno o giù di lì.