“Chieda subito scusa”, Vettel: esplode la polemica. Tifosi su tutte le furie

143

“Chieda subito scusa”, Vettel: esplode la polemica. Tifosi su tutte le furie. Dichiarazioni sconcertanti dell’ex pilota della Ferrari

Sebastian Vettel l’ha combinata grossa. Il 35enne pilota tedesco dell’Aston Martin, per quattro volte campione del mondo di Formula 1, si è lasciato andare a qualche commento a dir poco fuori posto che nel giro di qualche ora ha scatenato polemiche furibonde.

Vettel
Sebastian Vettel (LaPresse)

L’ex pilota di Red Bull e Ferrari, in occasione del Gran Premio d’Italia appena disputato, se l’è presa addirittura con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, reo di aver voluto imporre il volo dell’aereo civile Airbus A350 di Ita Airways.

Il pilota tedesco, a lungo considerato l’erede di Michael Schumacher in Formula 1, ha inoltre criticato aspramente la decisione dell’organizzazione di far volare le Frecce Tricolori, colpevoli di contribuire all’emissione di gas altamente inquinanti.

“Ho sentito dire che il Presidente dell’Italia insisteva per avere il sorvolo – ha detto Vettel -. Ha circa 100 anni (81 in realtà), quindi forse è difficile per lui lasciare andare questo tipo di cose legate all’ego”.

Sebastian Vettel è un fiume in piena: “Ci avevano promesso che i sorvoli sarebbero finiti, ma sembra che il Presidente abbia cambiato idea e la Formula Uno si sia arresa nonostante i tabelloni intorno alla pista su determinati obiettivi legati a rendere il mondo un posto migliore“.

Vettel, le accuse sono durissime: “Chieda scusa a Mattarella”

Vettel
Sebastian Vettel (LaPresse)

Non si sono fatte attendere le repliche di addetti ai lavori e critici che hanno duramente attaccato l’ex pilota della Ferrari. Il presidente dell’ACI di Milano, Geronimo La Russa, ha risposto per le rime a Vettel.

Si è trattato di una clamorosa caduta di stile – ha esordino La Russa -. Mi hanno sempre insegnato – prosegue il presidente dell’ACI milanese – che il presidente della Repubblica si ascolta e non si commenta. Soprattutto se sei ospite di un Paese straniero”.

“Il sorvolo delle Frecce Tricolori sono un orgoglio italiano. E anche ieri a Monza si sono confermate una delle attrattive più attese e applaudite”.

La critica al pilota tedesco prosegue: “Un gradimento che riguarda anche chi ha seguito il Gran Premio in televisione e certificato dalla marea di like che hanno ottenuto e continuano a ottenere i post pubblicati sui social con le Frecce Tricolori protagoniste”.

Infine, l’invito esplicito a compiere un deciso passo indietro: “A Vettel non resta che chiedere scusa al presidente Mattarella e a tutti gli italiani”.