Milan-Dinamo Zagabria 3-1, Leao procura, Giroud segna – HIGHLIGHTS

194

Dopo il pareggio di Salisburgo arriva la prima vittoria europea per il Milan contro una Dinamo Zagabria ostica e chiusa

Il Milan va. Nonostante un primo tempo non entusiasmante. Grazie a un paio di giocate di qualità e alle individualità in particolare quelle di Leao e Giroud.

Milan Dinamo Zagabria Sportitalia 140922
(AP LaPresse)

Ma anche grazie a un centrocampo paziente e metodico che ha interpretato la gara con calma

La partita

Si gioca in un contesto complicato con i tifosi della Dinamo Zagabria che paralizzano mezza città con un corteo e la polizia costretta a cariche e fermi con parecchio materiale pericoloso sequestrato e numerosi sostenitori croati fermati e portati in questura.

Milan-Dinamo Zagabria 3-1

Milan Dinamo Zagabria Sportitalia 140922
Si procura il rigore e offre un assist (AP LaPresse)

La Dinamo è una squadra chiusa, quadrata che rende difficile qualsiasi manovra offensiva. Un atteggiamento rognoso, falloso, molto fisico. Il Milan deve affrontare una gara completamente diversa rispetto a quella di Salisburgo. E deve adattarsi. Poche occasioni. Giroud spreca la prima con un tiro dal limite che finisce sul fondo, la seconda è di Leao, anticipato all’ultimo istante in calcio d’angolo quando era solo davanti alla porta. Dinamo che impegna Maignan in almeno due occasioni.

Nel finale un intervento di Sutalo alle spalle di Leao provoca il calcio di rigore che Giroud trasforma portano in vantaggio i rossoneri proprio all’ultimo istante.

In avvio di ripresa arriva subito il raddoppio: cross dalla sinistra di Leao che sfugge al diretto avversario palla perfetta per il colpo di testa vincente di Saelemaekers che insacca con perfetta scelta di tempo. Partita che si complica con un gran bel gol di Orsic, in rete anche a Zagabria contro il Chelsea, che sfrutta uno splendido assist di Petkovic.

Il Milan cerca di gestire e rallentare, evitando i rischi e mantenendo il possesso di palla. Non sempre ci riesce. Pioli che inserisce Pobega e De Ketelaere. Rischia il Milan su un pallone contrastato ai limiti dell’area che vede ammonito Orsic per simulazione. E sulla ripartenza arriva il terzo gol: laboriosa azione imbastita per Pobega che va a prendersi l’appoggio di Theo Hernandez e scaraventa sotto la traversa.

Milan vincente in una partita comunque complicata con qualche decisione arbitrale non del tutto convincente.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI MILAN-DINAMO ZAGABRIA