Rivoluzione Ferrari, nuovo pilota in pista: succederà molto presto

232

Rivoluzione Ferrari, nuovo pilota in pista: succederà molto presto. Il team sta già pensando al futuro e programma le sue mosse

Non c’è solo la prossima tappa del Mondiale di Formula 1 a Singapore che aprirà la trasferta orientale nei pensieri della Ferrari. A Maranello si ragiona già sulle prossime stagioni e intanto sta per arrivare la prima mossa concreta.

Il Team Ferrari a Monza con il Presidente Mattarella (ANSA)

Finalmente infatti è stata decisa la data per l’esordio di Robert Shwartzman al volante di una Formula 1 in una sessione ufficiale. Un obbligo per tutti i team, a Maranello non possono fare eccezione. E così la Ferrari ha annunciato ufficialmente che il pilota israeliano di nascita debutterà al volante della F1-75 nella prima sessione di prove libere del GP degli Stati Uniti. Succederà quindi ad Austin nel weekend del 21-23 ottobre.

Per il campione F3 del 2019 sarà la prima delle due prove ufficiali che la Ferrari è obbligata a fargli disputare, ma non sappiamo ancora se sostituirà Charles Leclerc e Carlos Sainz. Un bel regalo comunque per lui che nel 2021 ha terminato al secondo posto il campionato di F2, battuto dall’australiano Oscar Piastri, prossimo pilota della Alpine.

Rivoluzione Ferrari, nuovo pilota in pista: anche per Giovinazzi nuove prospettive

E a proposito di piloti Ferrari, ci sono novità importanti anche per Antonio Giovinazzi che è entrato nel casting di uno degli altri team di Formula 1. Stiamo parlando della Alpine, che per la prossima stagione perderà Fernando Alonso ma ha anche perso per strada il suo naturale sostituto, Oscar Piastri.

A quanto pare la Scuderia francese prossimamente manderà in pista un vero casting per scegliere il pilota da affiancare ad Esteban Ocon nella prossima stagione. Tanti giovani, da Mick Schumacher a de Vreies pasando per Doohan e Hertha, ma anche piloti più esperti. Come Giovinazzi che secondo la testata Autosport.com sarà presente al test che la Alpine sta organizzando a Budapest prima del GP di Singapore.

Antonio Giovinazzi torna in Formula 1 (LaPresse)

Il favorito resta Pierre Gasly, in modo da avere una squadra tutta francese, ma intanto si deve liberare dal contratto che lo lega alla Red Bull. E quindi anche il nome di Giovinazzi è papabile.