Verstappen, la Ferrari non fa paura: il vero avversario sarà un altro

301

Verstappen, la Ferrari non fa paura: il vero avversario sarà un altro. Il pilota olandese campione del mondo in carica sorprende tutti

Ormai è solo questione di sapere quando, non se. Perchè la conquista del secondo titolo mondiale consecutivo di Formula 1 da parte di Max Verstappen non è più in discussione. Tanto che ora l’obiettivo del pilota olandese della Red Bull, che a Monza ha centrato l’11/a vittoria in stagione, è la ricerca del record di gare vinte in una sola stagione.

Verstappen
Max Verstappen (LaPresse)

Record che appartiene ai due più grandi piloti tedeschi della storia della Formula 1, Michael Schumacher e Sebastian Vettel capaci di conquistare 13 gare a testa in una sola stagione.

E’ dunque inevitabile a questo punto che le attenzoni e le idee del management del team di Milton Keynes siano rivolte già al mondiale di Formula 1 del 2023.

Un anno in cui molti equilibri potrebbero cambiare sia nei rapporti di forza tra le scuderie che nella distribuzione delle guide. Detto che i cosiddetti top team hanno deciso già di rimanere con gli attuali piloti, qualcosa di importante si sta muovendo tra le vetture di seconda fila.

Ed è proprio una di queste novità, ad oggi la più significativa, a suscitare la curiosità del quasi bicampione del mondo, Max Verstappen.

Verstappen snobba la Ferrari: il vero rivale sarà un altro

Verstappen e Alonso
Verstappen e Alonso (LaPresse)

Il passaggio di Fernando Alonso dall’Alpine Renault all’Aston Martin sembra aver colpito nel segno a tal punto che il campione olandese intravede poroprio nel 41enne campione di Oviedo un possibile rivale in vista della prossima stagione.

Secondo Max Verstappen infatti, il passaggio dell’asturiano bicampione del Mondo in Aston Martin non deve in alcun modo esser sottovalutato: “L’Aston Martin è una scuderia che punta al vertice della Formula 1 – ha spiegato il portacolori della Red Bull sta assumendo molte persone”.

Ovviamente le avversarie in toeria più pericolose restano Mercedes e Ferrari, ma il pilota oranje invita comunque a non sottovalutare quesot nuovo abbinamento: “Capisco la scelta di Fernando di andare lì, evidentemente punta a raggiungere risultati di maggior prestigio. Credo che si tratti di una sfida emozionante, quindi io farei molta attenzione a lui il prossimo anno”.