Mbappè e la guerra del grano: secco rifiuto e polemiche

59

Nella nazionale di Deschamps che torna al lavoro in vista degli ultimi due turni di UEFA Champions League, spicca il caso di Kylian Mbappè, in lite con la Federazione

É la squadra campione del mondo, una delle più attese alla vigilia dei Mondiali in Qatar nonostante i risultati degli Europei dello scorso anno in Inghilterra siano stati inferiori alle aspettative.

Kylian Mbappe Sportitalia 200922
Kylian Mbappe al centro di una vertenza con la sua federazione (Foto ANSA)

Ma c’è sempre qualche argomento di discussione e di polemica intorno alla Francia di Deschamps che stavolta litiga per questione di soldi.

Mbappè, sindacalista in Nazionale

Non è un mistero che lo spogliatoio della squadra campione del mondo diretta da Deschamps sia in ebollizione per diversi motivi, divisa tra individualismi, ego e clan. La stella indiscussa della Nazionale dei Bleus è ovviamente Kylian Mbappé. Al fuoriclasse del Paris Saint Germain non sono andate giù alcune “libertà commerciali” con le quali la federazione francese si sarebbe fatta bella della sua immagine per avere nuovi sponsor in vista dei mondiali.

Si discute di soldi e diritti di immagine

Kylian Mbappè
Mbappè con la divisa del PSG (Foto ANSA)

Ed è per questo che l’attaccante della nazionale francese e del Paris Saint Germain ha deciso di disertare le sessioni fotografiche ufficiali alla vigilia delle due partite di UEFA Nations League che la Francia giocherà con Austria e Danimarcanei prossimi giorni.

Non solo. Mbappè ha diffuso una nota stampa, scritta dai suoi agenti e dal suo manager, con la quale ha spiegato dettagliatamente i motivi del suo rifiuto. Che riguarda i diritti di immagine dei giocatori che l’attaccante non ha alcuna intenzione di concedere alla federazione francese.

In realtà la discussione è vecchia di alcuni mesi. Già a marzo,  quando la spedizione in Qatar della nazionale campione del mondo era ormai un dato di fatto, i giocatori avevano chiesto una riunione alla FFF, la federazione francese di calcio. Ma l’argomento era stato semplicemente rinviato. Stavolta di fronte all’embargo di Mbappè, cui potrebbero aggiungersi anche diversi altri giocatori, si registra uno strappo non ulteriormente rinviabile. Di qui la corsa del presidente federale Noel Le Graet che ha raggiunto il ritiro della nazionale a Clairefontaine per stipulare nuovi accordi.