Schumacher, colpo di scena: l’annuncio è davvero sconvolgente

476

Schumacher, colpo di scena: l’annuncio è davvero sconvolgente. Fino a questo momento nessuno lo aveva preso in considerazione

Può essere uno scenario reale nel giro di poche settimane. Mick è ad un passo dall’addio alla Haas, la scuderia con la quale corre da due anni. All’orizzonte però si sta palesando l’ipotesi Audi.

Schumacher
Mick e Michael Schumacher (websource)

All’inizio ha sofferto per ambientarsi in Formula 1, poi è finalmente riuscito ad esprimere il proprio potenziale, mentre ora è ancora in una fase di down. Mick Schumacher ha avuto alti e bassi nel Circus, dopo essersi presentato due anni fa da campione della F2. In molti si aspettavano di più da lui, specie quest’anno. Doveva essere la stagione della consacrazione e invece al momento ha la metà dei punti del compagno di box Magnussen (24 a 12). Proprio per questo la Haas ha qualche riserva nel rinnovargli il contratto e starebbe pensando ad altre soluzioni da affiancare al danese (Hulkenberg su tutti).

All’inizio del week end messicano Mick ha dichiarato: “Vivo nel presente e il mio unico compito è fare del mio meglio qui e sfruttare tutte le opportunità che mi si presenteranno nel fine settimana. Le critiche? Bisogna solo sopportarle. Siamo tutti al limite e lo stesso vale per noi piloti. Se non dovessimo essere al limite, ci troveremmo indietro molto rapidamente. Sono il pilota che sono oggi grazie a tutte le situazioni che ho vissuto”.

Mick Schumacher, colpo di scena: il suo futuro potrebbe essere in Audi

Mick Schumacher
Mick Schumacher (AnsaFoto)

L’inevitabile pressione di restare senza un sedile si fa sentire anche se negli ultimi giorni si sta paventando una nuova strada. L’Audi non ha fatto mistero di stimare Schumacher e vorrebbe legarsi a lui in vista dello sbarco in Formula 1. Dal 2026 sarà il partner del team Sauber, subentrando all’Alfa Romeo. Il figlio d’arte ha voluto così commentare le voci: “Penso che sia fantastico che Audi possa entrare in F1, si tratta di un marchio tedesco e spero che possa contribuire a riportare i nostri connazionali ad appassionarsi e che prima o poi avremo di nuovo un gran premio di casa. Naturalmente è bello sapere che stanno cercando un pilota tedesco, ma tutto questo sembra essere ancora molto lontano“.

Vedremo se alla fine sarà questa la scelta definitiva, magri dedicandosi nel frattempo ad altre categorie del Motorsport o venendo girato in prestito ad una scuderia “amica”.