Inter, si pensa al cambio in panchina: la notizia che arriva dall’estero stuzzica Marotta

209

In casa Inter resta incerta la posizione di Simone Inzaghi, il tecnico non convince e la notizia che arriva dall’estero stuzzica Marotta.

La dirigenza nerazzurra non sembra essere del tutto convinta dal lavoro dell’allenatore ex Lazio e valuta l’ipotesi di un possibile cambio della guardia: a stuzzicare l’AD dei meneghini c’è poi la notizia che arriva dall’estero.

L'AD dell'Inter Beppe Marotta [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
L’AD dell’Inter Beppe Marotta [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
Per l’Inter la lunga pausa Mondiale sarà occasione per fare un necessario resoconto del percorso fatto fin qui dalla squadra. Nonostante il momento di crescita dopo una fase altalenante legata agli infortuni di Lukaku e Brozovic, i nerazzurri sembrano ancora lontani dall’essere quelli brillanti ed efficaci visti per larghi tratti nella scorsa stagione e, soprattutto, nell’anno dello scudetto sotto la guida di Antonio Conte.

Come già detto, le assenze prolungate di giocatori chiave come Lukaku e Brozovic hanno sfavorito Simone Inzaghi, impossibilitato a giocare come aveva previsto ad inizio anno, ma le buone prove regalate da Dzeko e Mkhitaryan ed i risultati importanti ottenuti sul campo, in particolare la qualificazione agli ottavi di Champions, hanno fatto ricredere molti andando ad inviduare in altri fattori il possibile problema.

Colu che più di tutti è finito sul banco degli imputati è proprio il tecnico ex Lazio. Nonostante i nerazzurri siano riusciti a passare il girone di Champions ed in campionato siano lontani dal Napoli come tutti e non molto di più, le prestazioni messe in campo dalla sua squadra non sono sempre state abbastanza convincenti alzando diversi dubbi in società.

Inzaghi a rischio? Si delinea un’inattesa possibilità

Per l’Inter la necessità di tornare immediatamente a i vertici della Serie A è abbastanza alta soprattutto a causa dei problemi economici del club. L’attuale quinta posizione dunque preoccupa molto Zhang e Marotta i quali, durante la pausa per i Mondiali, saranno quindi chiamati a prendere decisioni molto importanti.

Ad essere sulla graticola è Simone Inzaghi. Il tecnico al momento gode ancora di fiducia dalle parti di Appiano Gentile, ma la sua posizione è ovviamente legata ai risultati i quali, fino a questo momento, hanno visto tanti alti ma anche diversi bassi, soprattutto negli scontri diretti. Per questo motivo, una notizia che arriva dalla Spagna stuzzica Marotta: il possibile esonero del Cholo Simeone.

Diego Simeone, allenatore dell'Atletico Madrid [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
Diego Simeone, allenatore dell’Atletico Madrid [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
Per l’Atletico Madrid questa prima fase di stagione è stata a dir poco disastrosa: il quinto posto in campionato, a meno 13 dal Barcellona primo, e l’eliminazione totale dall’Europa rappresentano un quadro davvero preoccupante. Per questo motivo in Spagna stanno parlando di un possibile esonero del tecnico argentino, sempre più vicino al veder chiuso il suo lunghissimo ciclo Colchonero.

La notizia interessa molto la dirigenza dell’Inter ma resta prima di tutto da capire quale può essere il futuro di Inzaghi, l’ipotesi esonero immediato è concreta?

Con Simoen alle porte Inzaghi rischia, ma quando potrebbe arrivare l’ipotetico cambio?

Simone Inzaghi, allenatore dell'Inter [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
Per capire la situazione dellattuale allenatore dei nerazzurri occorre ricordare che solo pochi mesi fa, a giugno in particolare, l’ex Lazio ha rinnovato il suo contratto fino al 2024, rendendo quindi molto difficile percorrere una possibile via dell’esonero durante il Mondiale.

L’ipotesi più accreditata in questo senso sarebbe quindi quella di arrivare fino al termine della stagione e, in base a quelli che saranno i risultati raccolti da Inzaghi, valutare il possibile cambio in panchina in favore del Cholo Simeone, il quale già da tempo è associato alla panchina milanese. Parlare di questo possibile scenario resta dunque difficile ma assolutamente da non sottovalutare, starà alla dirigenza nerazzurra capire quale sia la scelta migliore.