Plusvalenze Juventus, penalizzazione pesantissima in arrivo: la frase che fa tremare i tifosi

286

Plusvalenze Juventus, penalizzazione pesantissima in arrivo: la frase che fa tremare i tifosi. C’è attesa per le decisioni della Federcalcio

Tre giorni per riscrivere il futuro della Juventus, in campo ma soprattutto fuori. Il 18 gennaio è in programma l’Assemblea degli Azionisti che ratificherà il nuovo Cda del club. Il giorno successivo gli ottavi di Coppa Italia contro il Monza. E il 20 gennaio la Procura della Federcalcio dovrà decidere se riaprire o meno il processo sportivo sul caso plusvalenze.

Plusvalenze Juventus penalizzazione
Plusvalenze Juventus, penalizzazione pesantissima in arrivo (Sportitalia.it)

Se in campo, numeri alla mano, la squadra allenata da Massimiliano Allegri ha dimostrato di essere uscita dalla crisi a suon di risultati, nessuno può fare previsioni sulla giustizia sportiva. Sappiamo però che il processo, sempre che la Procura FIGC decida di riaprire tutto, sarà molto più veloce rispetto a quello ordinario che si profila all’orizzonte.

Dopo un mese di dicembre fatto di rivelazioni e intercettazioni, che hanno gettato ombre fosche sul futuro del club e costretto il precedente Cda alla dimissioni in blocco, gennaio si è aperto diversamente.

Ma tutti i tifosi, quelli bianconeri che temono e quelli delle altre squadre che gufano, sono convinti che comunque questa volta ci siano elementi nuovo. Lo dicono soprattutto le 14mila pagine di verbali che nel maggio scorso la Federcalcio non aveva in mano dalla Procura di Torino e che potrebbero davvero cambiare tutto.

Plusvalenze Juventus, penalizzazione pesantissima in arrivo: le parole fanno tremare

Quando arriverà la sentenza che potrebbe riscrivere le classifiche di questa stagione e non solo? Le ipotesi più concrete sono quelle di un giudizio veloce, compatibilmente con i tempi tecnici che richiede un procedimento disciplinare

Il primo passo sarà il 20 gennaio, quando il procuratore federale Giuseppe Chinè deciderà in merito al ricorso della FIGC sulla riapertura del caso. In prima istanza, nel maggio scorso, nove club quasi tutti di Serie A e 52 dirigenti erano stati assolti, compreso Andrea Agnelli che allora era ancora presidente dei bianconeri.

Venerdì prossimo si ricomincia e così dalle 12.30 Juventus, Genoa, Sampdoria, Empoli, Parma, Pisa, Pescara, Pro Vercelli e Novara oltre ai loro dirigenti già citati dovranno presentarsi. L’udienza stabilirà se le nuove prove acquisite dalla Procura siano sufficienti a far revocare i proscioglimenti oppure a mantenere lo stato delle cose.

Juventus processo
Juventus, cresce .l’attesa per il processo (Sportitalia.it)

Il mondo del calcio però continua e interrogarsi e c’è chi avanza ipotesi concrete. Come l’ex calciatore Lorenzo Amoruso, a lungo difensore e capitano della Fiorentina prima di emigrare in Scozia.

Ai microfoni di ‘Radio Bruno’ ha raccontato che per la Juventus arriverà una mazzata: “Mi hanno detto che i bianconeri finiranno la stagione senza sanzioni, ma nella prossima partiranno con trenta punti di penalizzazione. Questo è quanto mi hanno riferito: non vogliono alterare il campionato in corso e mi sembra anche giusto”.

Plusvalenze Juventus, penalizzazione pesantissima: ci sono almeno due scenari possibili all’orizzonte

Al momento ci sono le 106 nuove pagine del ricorso per revocazione, quelle in cui il procuratore Chinè ha messo nero su bianco gli elementi inediti ora in mano alla Procura federale. In particolare le intercettazioni dei vertici juventini in fibrillazione dopo le ispezioni della Consob partite nel 2021.

Ci sono diversi scenari sul piatto, due più di tutti. Il primo prevede la violazione del comma 1 dell’articolo 31 in seno alla Federcalcio, configurando un illecito amministrativo. In questo caso le pene sarebbero ammende e squalifiche per i singoli. Ma se fosse accertata la violazione del comma 2, quindi che l’illecito amministrativo sia statoi decisivo ad ottenere la licenza per l’iscrizione al campionato scatterebbero penalizzazioni o retrocessioni.

Andrea Agnelli
Andrea Agnelli (Sportitalia.it)

Intanto da mercoledì prossimo toccherà alla nuova Juventus, con Gianluca Ferrero presidente, Maurizio Scanavino amministratore delegato più Fioranna Vittoria Negri, Diego Pistone e Laura Cappiello come nuovi membri del Consiglio di amministrazione.