Bollo Auto 2023, attenzione alle scadenze: rischi un’altra mazzata

242

Bollo Auto 2023, attenzione alle scadenze: rischi un’altra mazzata. Gli italiani non possono sempre contare sulla rottamazione delle cartelle

Chiamiamola moratoria, chiamiamola rottamazione delle cartelle, il concetto è sempre lo stesso. Il governo ha deciso di “perdonare” chi non ha pagato il Bollo Auto (e non solo) fino al 2015. Ma al tempo stesso si avvicina un’altra scadenza, perché entro il 31 gennaio migliaia di italiani dovranno pagare il Bollo Auto 2023.

Bollo Auto 2023 scadenze
Bollo Auto 2023, attenzione alle scadenze (Sportitalia.it)

L”articolo 46 della Legge di Bilancio 2023 prevede che i debiti accumulati dai cittadini con una somma inferiore a 1.000 euro dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015 saranno annullati dal 31 gennaio 2023. Vale anche per chi fino a quell’anno non ha saldato il Bollo auto.

Per i debiti dal 2015 a oggi invece dovrebbero essere previste agevolazioni sul pagamento di sanzioni e interessi. Sarà possibile rottamare le cartelle esattoriali per i debiti oltre i mille euro e i bolli non pagati dal 1° gennaio 2016 al 30 giugno 2022, pagando una cifra congrua, con uno sconto su sanzioni e interessi.

Quali saranno quindi le possibilità per saldare? La prima prevede l’opzione di pagare l’importo dovuto in un’unica rata entro il 31 luglio 2023. Oppure pagare le somme dovute e mai versate fino a un massimo di 18 rate, da saldare con scadenza ultima al 30 novembre 2027.

Pagamento Bollo Auto 2023, come calcolare le cifre per esere in regola

Tutto questo però non cancella l’obolo da versare alle regioni. Il bollo auto è e rimane infatti una tassa sul possesso, da pagare per ogni veicolo intestato, dall’auto alla moto, in base alla potenza del motore espressa in kW. E per la scadenza ognuno deve guardare il mese di prima immatricolazione, soprattutto per un veicolo nuovo.

Ecco perché non tutti lo devono pagare nello stesso mese e non tutti pagano la stessa cifra. Facendo un esempio concreto, per i veicoli di potenza superiore ai 100 kW il calcolo deve essere effettuato aggiungendo all’importo base, moltiplicato per 100 kW i singoli kW in più. Quindo se l’auto è da 110 kW ed è una Euro 6 calcoleremo 100 per la cifra base, cioé 2,58 euro a kW. I 10 eccedenti andranno moltiplicati per 3,87, cioè la cifra per ogni kilowattora delle Euro 6. E la somma darà l’importo del bollo.

Bollo auto
Bollo auto, tutte le scadenze (Sportitalia.it)

Per i veicoli di prima immatricolazione il bollo deve essere versato entro il mese della immatricolazione stessa. Ma se l’acquisto avviene negli ultimi 10 giorni del mese, è possibile pagare il bollo auto entro il mese successivo a quello di immatricolazione.

In genere invece il rinnovo del bollo per i veicoli è fissato ad aprile e quindi si paga entro il 31 maggio, agosto (entro il 30 settembre, quest’anno il 2 ottobre per via del week-end) e dicembre (si paga entro il 31 gennaio).

Pagamento Bollo Auto 2023, le scadenze sono già fissate: attenzione alla tabella

Per avere un quadro preciso delle scadenze per il Bollo Auto 2023 basta consultare questo schema:

Scadenza bollo auto dicembre 2022: pagamento tra il 1° e il 31 gennaio 2023.
Scadenza bollo auto gennaio 2023: pagamento tra il 1° e il 28 febbraio 2023.
Scadenza bollo auto febbraio 2023: pagamento tra il 1° e il 31 marzo 2023.
Scadenza bollo auto marzo 2023: pagamento tra il 1° e il 30 aprile 2023.
Scadenza bollo auto aprile 2023: pagamento tra il 1° e il 31 maggio 2023.
Scadenza bollo auto maggio 2023: pagamento tra il 1° e il 30 giugno 2023.
Scadenza bollo auto giugno 2023: pagamento tra il 1° e il 31 luglio 2023.

Bollo auto
Pagamento Bollo auto

Scadenza bollo auto luglio 2023: pagamento tra il 1° e il 31 agosto 2023.
Scadenza bollo auto agosto 2023: pagamento tra il 1° e il 30 settembre 2023.
Scadenza bollo auto settembre 2023: pagamento tra il 1° e il 31 ottobre 2023.
Scadenza bollo auto ottobre 2023: pagamento tra il 1° e il 30 novembre.
Scadenza bollo auto novembre 2023: pagamento tra il 1° e il 31 dicembre.
Scadenza bollo auto dicembre 2023: pagamento dall’1 al 31 gennaio 2024.