Conte in Serie A: stavolta ci siamo, colpo di scena

351

A quanto pare Antonio Conte è sempre più vicino ad un possibile e (allo stesso tempo) clamoroso ritorno nel campionato di Serie A

Ricordiamo che la sua ultima esperienza con una big italiana è stata quella dell’Inter dove ha fatto vincere l’ultimo scudetto nerazzurro, poi l’avventura all’estero al Tottenham. Anche se, come tutti ben sanno, con gli ‘Spurs‘ non è affatto terminata nel migliore dei modi visto che è stato mandato via.

De Laurentiis lo vuole al Napoli per giugno
Antonio Conte pronto al ritorno in Serie A – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Non è affatto un mistero che il salentino sia considerato come uno dei manager svincolati di lusso. Le richieste nei suoi confronti di certo non mancano. Questa volta, però, sembra che il presidente voglia fare sul serio. Per giugno non vuole assolutamente scuse: in panchina vuole assolutamente lui per allenare la sua squadra.

Conte, il ritorno in Serie A è sempre più vicino: le ultime

Non lo ha assolutamente depennato e dimenticato. Anzi, continua ad essere il suo “tormentone”. Per la panchina non vuole nessun altro allenatore se non Antonio Conte. Stiamo parlando del Napoli di Aurelio De Laurentiis. Il produttore cinematografico, pochi giorni fa, ha dato il suo benservito a Rudi Garcia. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’ennesima sconfitta, in casa, contro l’Empoli.

Anche se le cose tra il francese e l’ambiente partenopeo erano peggiorate con il passare dei giorni. Fino a quando non è arrivato l’inevitabile esonero. Per il momento, come traghettatore, è ritornato Walter Mazzarri. Il mister ex Cagliari e Torino sa benissimo che è stato ingaggiato solamente per sette mesi e poi si farà da parte. Per il semplice motivo che De Laurentiis ha già in mente a chi affidare la squadra la prossima stagione.

De Laurentiis lo vuole al Napoli per giugno
Antonio Conte pronto al ritorno in Serie A – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Vuole solamente Antonio Conte. Anche se, allo stesso tempo, non è tutto così facile. In primis perché il suon ingaggio è importante e non piò assolutamente passare in secondo piano. Senza dimenticare il fatto che anche altri top club (soprattutto stranieri) sono pronti a chiedere informazioni al suo agente per poter avviare una possibile trattativa tra qualche mese. La sua voglia di ritornare ad allenare è tanta.

Come ha riportato qualche settimana fa non è interessato a prendere una squadra a stagione iniziata. Non lo ha mai fatto, se non in una occasione: proprio nella sua ultima esperienza nel Regno Unito.