ESCLUSIVA SI Euro 2024, Gir. B. La Croazia presentata da Ante Cacic

Euro 2024, Girone B – Spagna, Croazia, Italia, Albania. Altra tappa qui su Sportitalia alla scoperta delle squadre che comporranno il tabellone di Euro 2024: parliamo della Croazia con l’ex ct Ante Cacic.

Stasera torna in campo la Croazia dopo il 3 a 0 nel primo test contro la Macedonia: stavolta il ct Dalic avrà un banco di prova più probante, contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo (calcio d’inizio alle 18:45). Dietro la Spagna, favorita del girone B, Modric – arrivato al suo ultimo grande appuntamento con la propria Nazionale – e compagni saranno i rivali più accreditati dell’Italia, per il secondo posto.

Per parlare delle prospettive di una squadra capace di arrivare seconda e terza negli ultimi due mondiali, la redazione di SPORTITALIA ha contattato in esclusiva l’ex ct Ante Cacic.

Modric, Kovacic e Brozovic formano il miglior centrocampo di Euro2024 se sono al 100%?

“Tutti e tre sono sicuramente giocatori di alto livello. Luka Modrić contribuisce ancora fortemente ai successi del Real con le sue prestazioni straordinarie, e sappiamo tutti che tipo di club è il Real e quanto sono alti i criteri di valutazione dei blancos. Kovačić gioca molto bene nel Manchester City, che ha vinto la Premier in questa stagione. Brozović ha ricoperto un ruolo importante nell’Inter fino ad un anno fa. E questi tre giocatori sono insieme in Nazionale da diversi anni, il che è sicuramente un vantaggio. È importante che siano sani, che stiano bene e siano riposati: se arriveranno al meglio potranno sicuramente dimostrare le loro grandi qualità ancora una volta”.

La Croazia ha una generazione d’oro di talenti che ora ha una delle ultime possibilità di vincere. 

“Dalla Coppa del Mondo in Russia nel 2018, la Croazia è riuscita con successo ad effettuare una necessaria transizione nella squadra, sono arrivati ​​molti nuovi giocatori, ma la cosa più importante è che da allora la Croazia si è qualificata con successo per la fase finale di Euro 2020, per la Coppa del Mondo del 2022 dove ha vinto un’altra medaglia (di bronzo), e ora per Euro 2024. Insomma, non ha mancato una sola fase finale”.

E’ ancora tra le favorite oppure questa volta manca qualcosa, soprattutto in attacco?

“Difficile dire chi sia il favorito dell’Europeo. La Croazia è in un gruppo di tutto rispetto con Spagna, Italia e Albania. Per noi è sempre un successo qualificarsi per la fase finale delle competizioni più importanti, poi il prossimo obiettivo è qualificarsi per la fase ad eliminazione diretta. Comunque, ripeto, il gruppo in cui ci troviamo è davvero tosto. I giocatori devono dare il massimo, è sempre una grande motivazione fare risultato in queste manifestazioni, sono convinto che abbiamo buoni motivi per essere ottimisti. Poi il torneo si svolgerà in Germania, dove ci saranno molti tifosi croati: con questa simbiosi tutto sarà possibile”.

L’Italia la spaventa, anche se non ha molti top player?

“L’Italia è una superpotenza calcistica, la sua storia calcistica ed i risultati ottenuti nelle precedenti grandi competizioni lo confermano e merita sicuramente il massimo rispetto. Quella squadra produce sempre talenti che si distinguono. La storia però ci dice che la Croazia ha sempre giocato bene nelle partite contro l’Italia. Anche in questo torneo la Croazia ha una squadra che può affrontare con successo l’Italia e dimostrare le sue qualità”.

Quali giocatori croati potranno invece sorprendere ad Euro 2024?

“Sono sempre in pochi a distinguersi. Sono sicuro che Joško Gvardiol attirerà ancora una volta l’attenzione su di sé, come è già successo ai Mondiali in Qatar, così come sta facendo attualmente al Manchester City. Certo, sorprese a parte ci sono Modrić e Kovačić, ma ciò che tutti auspichiamo di più è che Ivan Perišić ritorni in piena forma. La Croazia non ha un altro giocatore di quel profilo e lui significa molto per la Croazia, soprattutto nella parte offensiva del gioco”.

Le altre squadre del girone B:

Scopri qui l’Italia, presentata da Fulvio Collovati.

Scopri qui la Spagna, presentata da Santiago Cañizares

Scopri qui l’Albania, presentata dal d.t. Fulvio Pea

Impostazioni privacy