Michael Schumacher, il messaggio commovente della moglie: “Tocca a noi”

570

Michael Schumacher, il messaggio commovente della moglie: “Tocca a noi”. Toccanti rivelazioni di Corinna Betsch dopo sette anni di silenzio

Schumacher
Michael Schumacher (Getty Images)

Si torna a parlare, dopo un lungo periodo di silenzio, di Michael Schumacher. L’occasione è l’imminente uscita sulla piattaforma Netflix, il prossimo 15 settembre, dell’attesissimo documentario sulla vita dell’ex pilota tedesco sette volte campione del Mondo di Formula 1. Proprio ieri due grandi amici di Schumi, l’ex ad della Ferrari Jean Todt e il padre padrone del circus, Bernie Ecclestone, hanno fornito indicazioni importanti sulle sue condizioni di salute. Fin troppo ottimista Ecclestone, molto più realista il manager francese che ha confermato la probabile irreversibilità dello stato neurovegetativo in cui versa Schumacher.

LEGGI ANCHE>>>Michael Schumacher, annuncio sensazionale: “Accadrà molto presto”

LEGGI ANCHE>>>Michael Schumacher, arriva la conferma ufficiale: tifosi scatenati

Oggi, a sorpresa, a fare il punto sulla vicenda del fuoriclasse tedesco è proprio Corinna Betsch, la cinquantunenne moglie di Michael Schumacher che ha deciso di rilasciare un’intervista dopo oltre sette anni di ostinato silenzio. Da quel maledetto incidente sugli sci avvenuto sulle Alpi a fine dicembre del 2013, la bionda consorte dell’ex campione della Ferrari non aveva più parlato lasciando spazio a qualsiasi sorta di interpretazione da parte dei media. Il drammatico contenuto delle dichiarazioni di Corinna, riportate dall’emittente francese Télé-Loisirs, hanno commosso tutti, tifosi e addetti ai lavori.

LEGGI ANCHE>>>F1, le ultime sulle condizioni di Schumacher: l’ammissione di Jean Todt

Corinna
Corinna Schumacher (Getty Images)

Michael Schumacher, le dichiarazioni di Corinna mettono i brividi: “Lui è lì, ma è come se non ci fosse”

Parole toccanti, quelle di Corinna Schumacher, che non possono non suscitare sincera commozione tra i tantissimi fan del campione tedesco: “Non ho mai incolpato nessuno per quello che è successo. È stata solo sfortuna, come potrebbe capitare a chiunque. Certo, mi manca ogni giorno. Ma non sono l’unica a cui manca. I bambini, la famiglia, suo padre, sono tutti intorno a lui. Ma Michael è lì. È diverso ma è ancora lì nonostante tutto. E questo ci dà la forza per andare avanti, penso“. Corinna prosegue nella sua drammatica testimonianza: “Qalunque cosa potrò fare, la farò. Lo faremo tutti. Cerchiamo di andare avanti come Michael avrebbe voluto e come lo vorrebbe ancora. Michael ci ha sempre protetti, e ora noi stiamo proteggendo Michael“.