Enrico Varriale si difende dalle accuse: la decisione della RAI

191

Dopo le accuse di molestie e di stalking da parte di una donna con la quale aveva avuto una relazione, l’ex vicedirettore di Rai Sport Enrico Varriale è stato sospeso dalla messa in onda

enrico varriale
(Instagram)

Enrico Varriale potrà lavorare, ma non andrà in onda fino a data da destinarsi. Lo avrebbe deciso il direttivo della RAI dopo la vicenda giudiziaria che ha coinvolto l’ex vicedirettore di Rai Sport.

Enrico Varriale, l’inchiesta

La notizia è trapelata da Viale Mazzini oggi, dove il caso di Enrico Varriale è stato discusso dai vertici dell’azienda. Secondo fonti ufficiose dell’azienda pubblica riportate dall’agenzia ADNKronos la RAI decisione è stata presa per tutelare l’azienda ma anche lo stesso Varriale, indagato per molestie e per stalking.

La vicenda risale alla scorsa estate ed è diventata pubblica nel corso delle ultime settimane.

Varriale è indagato per stalking e lesioni nei confronti di una donna con la quale aveva avuto una relazione che si era conclusa nel modo peggiore, tra liti e discussioni.

LEGGI ANCHE > Italia-Spagna, diretta e formazioni della semifinale di Nations League

Le accuse

Stando alle accuse della donna Varriale avrebbe adottato un comportamento aggressivo, con telefonate continue, appostamenti sotto casa, squilli al citofono a ogni ora del giorno e della notte che le avrebbero causato stati di ansia e di paura. Le accuse sarebbero state circostanziate da certificati medici e da altre testimonianze e riscontri.

Varriale tuttavia si è sempre difeso dalle accuse definendole false.

La vicenda è diventata di dominio pubblico pochi giorni fa e a creato un certo imbarazzo in viale Mazzini. D’altrondeV arriale è uno dei volti più noti della rete pubblica. Soprattutto dopo che gli erano stati affidati tutti i talk show di commento a margine delle partite della Nazionale durante l’Europeo. I fatti di cui è accusato Varriale si riferiscono proprio al periodo immediatamente successivo a Wembley, quando il conduttore, a causa di alcune positività al Covid nello staff RAI, era stato costretto a rientrare in Italia in isolamento proprio alla vigilia della finalissima.

LEGGI ANCHE > Roberto Mancini chiama la carica: “Abbiamo ancora molta fame”

(foto Rai)

L’autodifesa di Varriale

Varriale continua a dichiararsi è dichiarato estraneo ai fatti anche al giudice per le indagini preliminari Monica Ciancio: “Oggi ho potuto chiarire la mia posizione nell’interrogatorio con la giudice– ha dichiarato il telecronista – sono sicuro che le false accuse che mi sono state mosse verranno smentite nei fatti che ho potuto illustrare. Ho fiducia nella giustizia che farà il suo corso spero nei tempi più brevi possibili. Sono commosso dalla vicinanza e dalla solidarietà che ho ricevuto da molti. Non era una cosa scontata alla luce del modo in cui è stata presentata mediaticamente una vicenda triste e personale. Evidentemente i tanti che mi conoscono da anni sanno che non posso essere quel tipo di uomo. Ringrazio tutti per il sostegno che mi stanno dando”.