Cristiano Ronaldo, spesa folle per un regalo: arriva direttamente da Torino

236

Cristiano Ronaldo, spesa folle per un regalo: arriva direttamente da Torino e dimostra ancora la sua voglia di essere il numero uno

Per uno come lui, quasi spiccioli. Ma intanto a Cristiano Ronaldo scocciava aver lasciato nella sua villa di Torino, abitata per quasi tre anni, uno dei regali più importanti che si era fatto negli anni scorsi. E così, dopo aver fatto traslocare nei mesi scorsi tutte le sue Supercar, negli ultimi giorni è arrivata a Manchester un’altra consegna speciale.

Cristiano Ronaldo, spesa folle per un regalo (Getty Images)

Come spiega il ‘Mirror’, il fenomeno portoghese ha voluto a tutti gli effetti farsi spedire in Inghilterra la camera per la crioterapia pagata 50mila sterline (quasi 60mila euro) che aveva a Torino. Per farla smontare, imballare, consegnare e rimetterla in sesto c’è voluto un po’ di tempo ma adesso è felice perché sente che tutto è a posto.

Lo ha confessato al quotidiano una fonte rimasta anonima: “Non è stata un’impresa semplice trasportarla fino al Cheshire . Ora però lui è soddisfatto perché sa che lo aiuterà nella sua abitudine del recupero post-partita”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nations League, Italia-Belgio: Mancini perde un titolare, le condizioni

Cristiano Ronaldo, spesa folle per un regalo: a cosa serve la macchina che si è fatto spedire

In effetti sono anni che CR7 utilizza anche la camera per la crioterapia come metodo per stare in forma. Aveva cominciato a Madrid nel 2013 e da allora non l’ha più mollata. In pratica entra in questa cabina che grazie all’azoto liquido raffredda il corpo. A lui normalmente bastano tre minuti (il massimo permesso è di 5 minuti) ad una temperatura di -160 °C. Un trattamento che aumentare la circolazione sanguigna e riduce l’affaticamento.

(Instagram)

Solo uno dei tanti segreti nel privato di Cristiano Ronaldo che cura sempre personalmente e meticolosamente la sua preparazione. Ogni giorno invece dei tre pasti principali ne fa sei ricchi di proteine, a base di cereali e con basso contenuto di grassi, seguito da un dietologo personale. Non beve alcolici e nemmeno bevande zuccherate, ma solo acqua. E poi il sonno, non otto ore filate ma cinque brevi passaggi da 90 minuti.