Juventus-Chelsea 1-2, bianconere sconfitte in Champions League

75

Le ragazze della Juventus Escono a testa alta dopo la prima sconfitta stagionale subita dalle vicecampioni europee del Chelsea ma competitive per gran parte della gara

Juventus Chelsea
La Juventus esce tra gli applausi nonostante la sconfitta (Getty Images)

Prima sconfitta stagionale per la Juventus femminile, battuta la Chelsea al termine di una partita che la squadra bianconera ha cercato di giocare alla pari contro una delle squadre più forti del mondo.

Juventus-Chelsea, 1-2

Il Chelsea arrivava dal pareggio interno contro il Wolfsburg, la Juventus dalla bella vittoria esterna contro il Servette. Una partita non semplice per la squadra bianconera, sostenuta da un pubblico quasi da record all’Allianz Stadium che ha aperto le porte gratuitamente a tutti i sostenitori che avessero fatto richiesta di un biglietto. Una splendida occasione per dimostrare la crescita non solo della Juve, quattro titoli italiani consecutivi, imbattuta in Serie A da oltre trenta partite, ma di tutto il calcio femminile italiano.

In un primo tempo molto tattico il Chelsea fatica a imporsi. Il gol del vantaggio delle inglesi arriva alla mezz’ora con Cuthbert grazie a una bella conclusione ai limiti dell’area. Pareggio strameritato di Bonansea, liberata da una bella penetrazione a sinistra di Boattin. Ma nel secondo tempo, complice anche un calo fisico della Juventus, che aveva giocato un’ora di gara intensissima, escono i valori del Chelsea e in particolare di Pernilla Harder che sfiora un paio di gol prima di trovare la rete della vittoria in piena mischia. Juve che esce a testa alta dal campo, applaudita da tutto lo stadio. Prossima sfida, sempre all’Allianz Stadium, contro il Wolfsbrug, martedì 9 novembre alle ore 21.

LEGGI ANCHE > Calciomercato Juventus, doppia minaccia dalla Premier: Agnelli trema

Juventus Chelsea
La gioia della Juventud dopo il pareggio di Barbara Bonansea (Getty Images)


JUVENTUS-CHELSEA 1-2

30’ Cuthbert, 36’ Bonansea, 24’ Harder
Juventus: Peyraud-Magnin, Gama, Cernoia, Rosucci (35’ Caruso), Girelli (35’ Staskova), Bonansea (27’ Bonfantini), Lundorf, Boattin, Pedersen (43’ Zamanian), Hurtig, Salvai (27’ Lenzini).
Chelsea: Berger, Bright, Carter, Leupolz, Ji (29’ Ingle), Reiten, Kirby (38’ Andersson), Eriksson, Kerr, Cuthbert (20’ Fleming), Harder.