Valentino Rossi, è davvero ritiro? Le parole del suo amico sorprendono tutti

313

Valentino Rossi si ritirerà a fine stagione, ma il suo amico e collaboratore Uccio ha lasciato le porte aperte a un suo ritorno in Motogp

Valentino Rossi
Getty Images

Mancano ormai solo 3 gare alla fine della stagione 2021 della MotoGp. Il prossimo appuntamento vedrà i piloti sfidarsi sul circuito romagnolo di Misano Adriatico intitolato a Marco Simoncelli: sarà l’ultimo appuntamento per i fan italiani per ammirare da vicino Valentino Rossi che, come saprete, si ritirerà dalle gare al termine dei questo campionato.

In questi giorni sono molti gli omaggi e le interviste che riguardano da vicino il “dottore”: inevitabile pensare che la MotoGp non sarà più la stessa dopo il suo addio. In questi casi c’è sempre qualche inguaribile romantico che pronuncia la fatidica frase: “Non ci crederò finchè non lo vedrò sul serio”.

Valentino non ha finora mai ritrattato i suoi propositi, ma un’intervista recente del suo miglior amico Uccio potrebbe lasciare aperta una porta su un suo futuro ritorno alle gare in MotoGP.

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi, il suo annuncio spiazza tutti: accadrà fra poco

MotoGp, Valentino Rossi potrebbe correre ancora: le parole di Uccio

Uccio e Valentino
Getty Images

Valentino? Vuole guidare due volte l’anno la MotoGp, ci ha già detto di organizzare il programma”, ha rivelato Alessio Salucci parlando alla Gazzetta dello Sport. E’ lecito dunque attendersi che le prossime tre gare non saranno l’ultima occasione per vedere da vicino il fenomeno di Tavullia.

Rossi parteciperà dunque anche al prossimo Mondiale, magari sfruttando qualche wild-card. Resta il dubbio su quale sarà la scuderia che gli concederà l’onore di correre ancora: “Ducati o Yamaha? E’ ancora presto per saperlo: quattro moto sono sue, le altre invece dovrà chiederle”.

LEGGI ANCHE: MotoGP, l’annuncio di Marquez in vista di Misano: tifosi in fermento

Il dottore, comunque, continuerà ad allenarsi e a fare una vita d’atleta anche nel 2022. All’orizzonte, oltre a qualche gara di MotoGp, ci sono le corse automobilistiche: “Il futuro in auto, ad oggi, è diviso tra due categorie, il Mondiale Endurance (Wec) e il Fanatec, l’Europeo GT. La scelta sarà in base alla macchina con la quale correrà”.