Calciomercato Inter, il primo regalo per Inzaghi è pronto: gioca in Serie A

294

Calciomercato Inter, il primo regalo per Inzaghi è pronto: gioca in Serie A. A gennaio il club pronto a bruciare la concorrenza

Calciomercato Inter
Calciomercato Inter, il primo regalo per Inzaghi è pronto (Getty Images)

Pochi ritocchi mirati, perché la situazione del club in questo momento non permette altro. Il mercato dell’Inter a gennaio non promette fuochi d’artificio anche se Marotta e Ausilio saranno attentissimi a muoversi per tempo sui giocatori che andranno in scadenza. Ma intanto spunta un nome finora tenuto in ghiaccio che potrebbe essere il primo regalo per Simone Inzaghi.

Secondo il portale specializzato Calciomercatonews.com infatti nel mirno dei neruzzurri è finito Nedim Bajrami, trequartista con doppio passaporto albanese e svizzero. Nella passata stagione è stato il grande protagonista della promozione dell’Empoli in Serie A, ma finora non ha trovato spazio con continuità nell’undici di Andreazzoli.

Ma ha anche solo 22 anni e il suo club al momento lo valuta 10 milioni di euro. Una cifra importante ma non impossibile, considerando poi che tra i due club ci sono diversi affari in ballo, a partita da quello che ha portato in Toscana ad agosto Andrea Pinamonti. E priori per questo la strada potrebbe essere più semplice.

Nedim Bajrami (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Supercoppa Italiana Inter-Juventus, cambio di programma: quando e dove si giocherà

Calciomercato Inter, il primo regalo per Inzaghi è pronto: l’Empoli pronto per la battaglia

Per un curioso gioco del destino Empoli-Inter è una delle partite in programma domani sera, 27 ottobre, alle 20.45. Alla vigilia del match Aurelio Andreazzoli non ha voluto anticipare se farà turnover e quando giocatori diversi ci saranno rispetto alla vittoria contro la Salernitana.

L’Empoli è pronta per sfidare l’Inter (Getty Images)

Ma ha anche confermato la presenza di due giocatori. Uno è Pinamonti e l’altro proprio Bajrami. “Pinamonti si è comportato benissimo in campo e non credo abbia bisogno di ulteriori stimoli particolari. Giocare contro i tuoi compagni dell’anno scorso è una soddisfazione, vorrà mettersi in evidenza. Bajrami gioca e ora lo sa anche lui, che prima non lo sapeva”.