Hamilton, un maestro di coraggio: Schumacher e Norris i suoi allievi

258

Hamilton, un maestro di coraggio: Schumacher e Norris i suoi allievi. Il sette volte campione del Mondo di Formula 1 esce allo scoperto

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Getty Images)

Dice e ripete spesso, Lewis Hamilton, di voler essere ricordato dalle generazioni future non solo e non tanto come un buon pilota, ma come un uomo di valore. Una presa di posizione senz’altro originale che all’interno del circus della Formula 1 non è piaciuta a tutti e non ha raccolto quell’unanimità di consensi che il sette volte campione del Mondo sperava di ottenere. In molti lo hanno accusato di ipocrisia e di falsa moralità, ma il fuoriclasse della Mercedes non si è mai curato delle critiche proseguendo imperterrito per la sua strada.

LEGGI ANCHE>>>Mercedes, Lewis Hamilton trema ancora: nuova penalità in Messico?

LEGGI ANCHE>>>Hamilton, c’è chi lo conosce meglio di tutti: “E’ l’ultimo dei mohicani”

Alla prova dei fatti, Lewis Hamilton ha dimostrato spesso di saper utilizzare la forza della sua immagine e del suo nome per veicolare messaggi su tematiche particolarmente delicate e sensibili come ambiente, politica, difesa delle minoranze e lotta alle discriminazioni di ogni tipo. Di tutto lo si può accusare – in pista non è sempre un modello di correttezza e sportività – ma certamente non è il classico sportivo che bada esclusivamente agli impegni professionali rifiutando di confrontarsi con la realtà circostante. Il fuoriclasse del Marcedes guarda ben oltre il proprio naso e non intende rinunciare alle sue battaglie.

LEGGI ANCHE>>>Hamilton, le dichiarazioni sorprendenti sulla Mercedes: tifosi stupiti

Lando Norris
Lando Norris parla di depressione (Getty Images)

Hamilton, l’elogio agli allievi Mick Schumacher e Lando Norris: “Sono i due giovani più sensibili a certi temi”

“Spero che aver infranto queste regole invisibili e non scritte abbia mostrato ai giovani che dire certe cose sia possibile – ha dichiarato poche ore fa -. Non mi dispiace questo ruolo, a dire la verità lo fa anche Vettel. Siamo due dei più anziani, spero che questo incoraggi anche i più giovani“. E tra i giovani, Hamilton ne ha individuati due particolarmente attenti a certe tematiche: “Mick Schumacher e Lando Norris sono ragazzi adorabili, mi chiedono sempre chiarimenti e spiegazioni su alcuni temi importanti. Sono davvero orgoglioso di entrambi, ma possiamo incoraggiarli e coinvolgerli ancora di più. Quando sei giovane, tutto ciò a cui pensi è vincere, credi di non aver tempo per molte altre cose. Ma in realtà ce l’hai. Ed è questo che dobbiamo far capire”.