Spartak Mosca-Napoli 2-1, Highlights, Voti, Tabellino: sconfitta che complica

149

Ancora una sconfitta per il Napoli contro lo Spartak Mosca in una gara condizionata dal freddo e dalla neve, la qualificazione a questo punto è incerta

Spartak Mosca Napoli
Il Napoli spreca l’occasione di un potenziale pareggio (AP LaPresse)

Un Napoli che dovrà abituarsi all’assenza di Osimhen, operato per le numerose fratture al volto per il quale si profilano tre mesi di assenza, perde la seconda partita in tre giorni sul campo dello Spartak Mosca.

Spartak Mosca-Napoli 2-1

Lo Spartak, squadra rognosa che già a Napoli aveva conquistato una vittoria forse immeritata ma conquistata con grande carattere, era stata questa la prima sconfitta stagionale della squadra di Luciano Spalletti, si dimostra cliente anche peggiore sul proprio campo. Complice un gran freddo e la neve. Per il Napoli, reduce anche dalla prima sconfitta in campionato, non è un momento facilissimo considerando che il tecnico è anche costretto a un minimo di naturale turn over considerando i tanti impegni in programma.

Dopo 40” lo Spartak Mosca ha già l’opportunità di portarsi in vantaggio: Lobotka mette a terra in piena area Promes e l’arbitro, senza esitazioni, concede il penalty che Sobolev trasforma con grande precisione. Occorrono almeno 25’ al Napoli per farsi vedere nell’area di rigore avversaria e solo dopo che i russi hanno già creato almeno altre tre palle gol. Ma al ventottesimo, una rapidissima azione di Moses sulla sinistra, vale il gol del raddoppio con uno strepitoso colpo di testa ancora di Sobolev che riesce a staccare niente meno che sopra la testa di Koulibaly.

Il secondo tempo

Nel secondo tempo si vede un Napoli migliore, più reattivo, sicuramente più offensivo. Ma non fortunato quando il gol che potrebbe riaprire la partita, assegnato da di Lorenzo dopo cinque minuti della ripresa, viene annullato per un minuscolo fuorigioco. Napoli che al 64’ trova il gol più importante, quello che mette finalmente in difficoltà lo Spartak. Lo firma Elmas, di testa, su appoggio di Petagna.
La squadra azzurra ci prova, con determinazione e ostinazione ma per la verità, senza troppe idee e sicuramente senza molta fortuna.

Ne esce un’altra sconfitta, la seconda in tre giorni che rende problematico il cammino nel futuro di Europa League.

Napoli che sarà costretto ad aspettare il risultato della partita in programma domani alle 21 tra Leicester e Legia Varsavia per capire quale potrebbe essere il suo destino. Considerando l’ultimo turno in programma in casa contro gli inglesi, c’è da augurarsi un pareggio che dovrebbe poi consentire alla formazione di Spalletti di qualificarsi sicuramente con una vittoria nella gara decisiva, forse addirittura anche con un pareggio.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI SPARTAK MOSCA – NAPOLI

Spartak Mosca Napoli
Promes, uno dei migliori dello Spartak (AP LaPresse)