Sinner-Berrettini, svolta clamorosa per il futuro: gli italiani sognano in grande

809

Sinner-Berrettini, svolta clamorosa per il futuro: gli italiani sognano in grande. La coppia azzurra ha regalato spettacolo contro la Francia in doppio

Sinner
Jannik Sinner (AnsaFoto)

L’Atp Cup sta entrando nel vivo in quel di Sydney. l’Italia è riuscita a portare a casa la prima vittoria del suo girone, sconfiggendo per 3-0 la Francia. Troppo superiori gli azzurri rispetto ai transalpini, specie considerando la splendida serata dei due assi nella manica di Vincenzo Santopadre. Matteo Berrettini e Jannik Sinner stanno finalmente bene dal punto di vista fisico e considerando la loro caratura tecnica non c’è stato scampo per i malcapitati Arthur Rinderknech e Ugo Humbert. Prima è stato l’altoatesino a portare a casa il match con un 6-3; 7-6 senza storia. Poi è stata la volta del romano, che si è imposto sul numero uno francese con il punteggio di 6-4; 7-6. Questa volta il nostro miglior giocatore non ha avuto problemi, rispetto alla sconfitta patita all’esordio contro l’Australia di De Minaur. Il problema agli addominali sembra alle spalle e finalmente si è rivisto il vero Berrettini.

LEGGI ANCHE >>> Novak Djokovic agli Australian Open? C’è una data per la decisione

LEGGI ANCHE >>> Jannik Sinner e un’eredità che pesa: l’accoppiata fa sognare i tifosi

Sinner-Berrettini, svolta clamorosa per il futuro: il nuovo doppio funziona all’Atp Cup

Berrettini
Matteo Berrettini (AnsaFoto)

L’allenatore degli azzurri, Vincenzo Santopadre, ha deciso poi di cambiare il doppio rispetto all’esordio, mettendo insieme proprio i due migliori interpreti a disposizione. Sinner e Berrettini hanno risposto alla grande, portando a casa la partita contro i più rodati Martin e Roger-Vasselin: 6-3; 6-7; 10-8 il punteggio finale. Per essere la prima uscita di una certa rilevanza dei due, l’affiatamento è apparso già buono, con ampi margini di miglioramento che lasciano ben sperare anche in chiave Coppa Davis. 

Anche se siamo due ottimi giocatori di singolare, in doppio c’è tanto da migliorare“, ha spiegato Berrettini. Questa nuova coppia può risolvere i problemi di doppio che abbiamo affrontato come nazionale nell’ultimo periodo, con Fognini e Bolelli che dopo tanti ottimi anni sembrano in fase calante. Il tennis azzurro ha trovato un duo che può farci sognare.