Marc Marquez, le dichiarazioni inaspettate: il campione spagnolo spiazza tutti

358

Marc Marquez, le dichiarazioni inaspettate: il campione spagnolo spiazza tutti. C’è grande attesa per il suo ritorno in pista

Ad Austin il #93 prova a mettersi alle spalle i problemi di diplopia. Il rammarico per non aver corso in Argentina è grande, ma lui stesso ne ha spiegato bene i motivi.

Marc Marquez
Marc Marquez (AnsaFoto)

E’ un Marc Marquez molto carico quello che si è presentato a Austin per il Gran Premio della Americhe di MotoGP. Lo spagnolo ha dominato sul tracciato texano in 7 delle passate 8 edizioni, conquistando pole e vittoria, chiudendo sul gradino più alto anche nel tribolato 2021. Ora, dopo le assenze a Mandalika e Termas de Rio Hondo, l’alfiere della Honda vuole evitare di perdere altro terreno prezioso. Ha già accumulato un distacco di 34 punti dal leader del mondiale Aleix Espargarò, ma nulla è compromesso. La visita medica di ieri sera ha dato il via libera definitivo al fenomeno di Cervera che potrà quindi prendere parte al week end. Le sue dichiarazioni della vigilia sono state particolarmente interessanti e hanno svelato anche degli aspetti sconosciuti di questo difficile momento.

Marc Marquez, il ritorno è stato complicato: “In Argentina non avevo la motivazione per correre”

Marquez
Marc Marquez (AnsaFoto)

Marquez nell’incontro con la stampa del giovedì ha esordito dicendo: “La settimana è stata difficile, ma sono stato fortunato perché il problema alla vista mi ha creato meno problemi rispetto al passato. Anche in Argentina potevo esserci, ma non ero abbastanza motivato per rischiare. Ho parlato con i dottori e abbiamo preferito restare a casa. Non arrivo qui al meglio delle mie condizioni, non nel modo migliore, ma cercheremo di fare il massimo”. 

Sulle prospettive di vittoria ad Austin aggiunge: “Sicuramente è possibile, ma non approccio così questo weekend. Vengo dalle difficoltà di Mandalika e ho ricominciato pochi giorni fa ad allenarmi normalmente. non penso a vincere la gara, ma piuttosto a ricostruire la fiducia”. Poi sullo stato fisico lo spagnolo è piuttosto chiaro: “Rispetto al Qatar sto un po’ meglio. Ma a livello di fiducia mi sento molto peggio, perché qualcosa è successo. Poi è stato un altro infortunio che ha coinvolto la vista e questo mi spaventa“. In chiusura anche una battuta sulla motivazione:Parliamo del terzo, quarto o quinto infortunio pesante negli ultimi due anni. Per domenica scorsa ero motivato a starmene sul divano e occuparmi solo della mia ripresa. Devo ringraziare mio fratello e chi mi è stato vicino che mi ha spinto a tornare pian piano ad allenarmi. Ma sono qui per correre e non per parlare dei miei infortuni“.