Palermo al centro di un clamoroso affare internazionale: chi lo vuole

404

C’è una importantissima realtà internazionale pronta ad acquistare il Palermo con un investimento molto serio

Il Palermo è in vendita. Dopo anni molto travagliati che hanno portato la società rosanera prima al fallimento e poi, faticosamente, ad arrampicarsi fino alla Serie C, potrebbe essere davvero importante la svolta per il Palermo.

Palermo
Una bella immagine della tifoseria del Barbera a Palermo (Foto ANSA)

Il club siciliano è in piena corsa per la promozione in Serie B, secondo in classifica nel girone C della Serie C.

Il calcio italiano in vendita

In un calcio italiano che nelle ultime settimane ha perso il Catania, fallito e cancellato dal campionato e nel quale si prospetta la clamorosa cessione del Milan, cui si interessa il potentissimo fondo arabo Investcorp, la trattativa che potrebbe portare alla cessione del Palermo è davvero significativa. Se non clamorosa.

Il Palermo interessa a Mansour

Alle spalle degli interessi per la società rosanero c’è la potentissima famiglia Mansour. La stessa che detiene il City Football Group, holding – ormai una vera e proprie global company, la prima di questo genere nel calcio –  che ha già il controllo di Manchester City, New York City (che ha vinto il titolo MLS), Melbourne in Australia, Sichuan in Cina, Girona in Spagna, Lommel in Belgio, Troyes in Francia, Montevideo in Uruguay. Il City Football Group investe nel calcio e nelle strutture e infrastrutture legate al calcio.

Palermo Mansour
Il principe Mansour bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum (AP LaPresse)

A Palermo, città che ha una storia e una passione importante per il calcio, ci sono potenzialità economiche a costi sostanzialmente piuttosto ridotti perché la squadra fallita nel 2019 e ripartita dalla Serie D con una nuova proprietà è alla sua seconda stagione di Serie C. Il Bari è già aritmeticamente promosso. Palermo che è qualificato ai playoff.

Un portavoce della famiglia Mansour non ha confermato l’interesse per il Palermo ma non ha escluso imminenti investimenti in Italia: “Il nostro modello di business – dice uno dei portavoce del City Football Group – guarda con interesse a qualsiasi possibile sviluppo. Il mercato italiano è sempre stato per noi una prospettiva alla quale guardare con attenzione”.