“Chiudo qui”, addio alla Nazionale italiana: tifosi azzurri senza parole

291

“Chiudo qui”, addio alla Nazionale italiana: tifosi azzurri senza parole

Giorgio Chiellini esce dal Mapei Stadium di Reggio Emilia con il sorriso sulle labbra di un capitano che ha vinto.

Chiellini
Giorgio Chiellini parla del suo futuro e chiude con la Nazionale (Foto ANSA)

Il successo della Juventus sul Sassuolo, conquistato all’ultimo istante grazie a una zampata di Moises Kean, è di grandissima importanza per la conferma della presenza bianconera in Champions League.

Chiellini e la Nazionale: è finita

Ma di fronte alla presenza di Chiellini ai microfoni è inevitabile porre domande su quello che sarà il suo futuro. In azzurro e in bianconero. Chiellini è sorridente ma fermo: “Per quanto riguarda la Nazionale, salutiamo quella di Wembley dove ho vissuto l’apice della mia carriera. Vincere lì è stato il massimo. E mi piacerebbe salutare la maglia azzurra con questo bel ricordo. In azzurro quella partita è stata sicuramente l’ultima”.

Chiellini, che rinnovò con la Juventus solo dopo la vittoria dell’Europeo, non aveva più giocato in Nazionale nelle ultime partite di qualificazione ai Mondiali.

“Sul mio futuro devo decidere”

Chiellini ha un contratto in scadenza con la Juventus. Potrebbe continuare a giocare, o lasciare definitivamente il calcio. Il pensiero del capitano è sospeso, e molto dipende da quelle che saranno le sue riflessioni in famiglia.

Al momento Chiellini resta un uomo di campo: La mia storia d’amore con la Juventus non è finita e non finirà mai. L’amore è talmente grande da parte mia e credo anche da parte loro che posso dire davvero che non finirà mai. A fine stagione valuterò con le mie due famiglie: quella a casa e la società”.

Chiellini
Giorgio Chiellini con la Coppa dell’Europeo durante i festeggiamenti (Foto ANSA)

Intanto però… “Vivo alla giornata con serenità e felicità, la vittoria con il Sassuolo è importantissima, e il percorso di crescita di questa stagione è stato importante. Anche se la classifica rispecchia quello che abbiamo saputo fare. Ed è giusta. Abbiamo sprecato tanto. Abbiamo rimontato tantissimo. Il mio primo pensiero sono arrivare al quarto posto e vincere la finale di Coppa Italia. Poi a 38 anni è giusto che faccia delle riflessioni”.