Jannik Sinner, c’è l’annuncio di Panatta: i tifosi non stanno nella pelle

315

Jannik Sinner, c’è l’annuncio di Panatta: i tifosi non stanno nella pelle. L’ex campione italiano e vincitore del Roland Garros esalta le qualità del giovane talento altoatesino

Manca una settimana all’inizio di uno dei tornei Masters 1000 ATP più attesi dell’intera stagione tennistica. Stiamo parlando degli Internazionali d’Italia, in programma da lunedì 9 maggio sui campi del Foro Italico a Roma. Fini a qualche anno fa, era considerato il ‘quinto Grande Slam’ dell’anno, ma anche a distanza di tempo resiste l’antico fascino di un happening della racchetta suggestivo e prestigioso.

L’ultimo tennista italiano a vincere il torneo è stato Adriano Panatta che nell’anno di grazia 1976 riuscì a battere in una memorabile finale il fuoriclasse argentino Guillermo Vilas. Da allora nessun atleta azzurro è riuscito nell’impresa di emulare il campione romano. Ci proverà tra una settimana Jannik Sinner, che sembra aver risolto una volta per tutte i problemi di vesciche che ne hanno condizionato il rendimento nelle ultime settimane.

Sinner
Jannik Sinner (Ansa)

Il 20enne talento altoatesino domani affronterà l’americano Tommy Paul nel primo turno del torneo di Madrid, il primo dei tre più importanti che si disputano sulla terra battuta. Un fantastico tris di capitali europee – Madrid, Roma e Parigi – che molto probabimente imprimerà una svolta al Ranking ATP.

E tutti i tifosi italiano sperano di vedere, al termine di questo mini tour di altissimo livello sulla terra rossa, il nostro Sinner guadagnare posizioni di prestigio. Ad essere convinto delle chance di vittoria, soprattutto a Roma, del campione di San Candido è il fuoriclasse per eccellenza del tennis italiano, Adriano Panatta.

Jannik Sinner, il pronostico di Panatta: “Può vincere a Roma”

Adriano Panatta
Adriano Panatta (Ansa)

Il vincitore di Roma e Parigi nell’anno di grazia 1976 è fiducioso sul cammino che Sinner potrà compiere agli Internazionali d’Italia: “Jannik ha le qualità già adesso per poter vincere un Masters 1000. Anche perché, parliamoci chiaro, Djokovic non sta certamente in forma e qualche problema fisico ce l’ha. Anche Nadal, che storicamente è il più forte sulla terra battuta, ha dovuto fare i conti con infortuni e acciacchi“.

Secondo Panatta, i nuovi giovani talenti che si stanno affacciando sullo scenario internazionale non sono imbattibili: “Non è che ci siano tutti questi fenomeni. Per carità, ci sono i vari Zverev, Alcaraz, Tsitsipas, ma sono tutti giocatori che Sinner può battere“.