Napoli, colpo di scena inaspettato a fine gara: c’entrano Mertens e Spalletti!

210

La vittoria nettissima del Napoli contro il Sassuolo apre anche un piccolo contraddittorio di spogliatoio tra Spalletti e Mertens

Il Napoli vince con una gara estremamente determinata, quasi feroce, contro il Sassuolo.

Napoli Sassuolo Mertens
Mertens autore di una doppietta per il Napoli (AP LaPresse)

La vittoria per 6-1 sugli emiliani è quanto di più netto si possa immaginare in una partita dominata dall’inizio alla fine da parte della squadra azzurra.

Napoli, tutto facile in un clima difficile

Il tutto in un clima sicuramente non facile. Il Napoli si presentava in campo oggetto di una vivace contestazione da parte dei suoi tifosi. La squadra, dopo la brutta sconfitta contro l’Empoli, subita in rimonta la settimana scorsa, era stata in ritiro per tutta la settimana. I tifosi, inferociti, avevano minacciato la contestazione e un’assenza organizzata dal Maradona. In realtà, complice anche la splendida partita giocata dalla squadra di Spalletti, l’emergenza è rientrata. Il Napoli torna alla vittoria dopo quasi un mese e ritrova anche il suo pubblico. La contestazione, se così la si può definire, si limita a qualche mugugno prima dell’inizio del match.

Mertens contro Spalletti

Interessante, invece, il contraddittorio a fine gara che vede diametralmente contrapposte le opinioni di Dries Mertens, autore di una doppietta, e di Luciano Spalletti. Mertens, che sale a quota 148 per numero di gol segnati con la maglia del Napoli, la stragrande maggioranza dei quali siglati proprio al Maradona, ammette che una vittoria del genere aumenta i rimpianti nei confronti delle occasioni sprecate.

L’amarezza è secondo Mertens persino più eclatante della gioia: “Non c’è dubbio che rimanga il rammarico per le occasioni che abbiamo perso nel corso della stagione. Abbiamo fatto tanto e considerando le squadre che ci lasciamo alle spalle, a cominciare da Juventus, Atalanta e Roma, non possiamo certo lamentarci della nostra stagione. Ma questo era un campionato che eravamo davvero nella condizione di vincere punto quindi i rimpianti ci sono punto”.

Mertens chiede al pubblico di non lasciare da sola la squadra: “Il pubblico ha ragione perché abbiamo commesso degli errori, ne abbiamo commessi tanti e ognuno ha la sua responsabilità. Ma bisogna stare uniti, sempre. Quando si vince e quando si perde. Ora più che mai abbiamo bisogno della nostra gente. Stiamo costruendo i presupposti per un Napoli ancora più forte che l’anno prossimo potrà togliersi altre straordinarie soddisfazioni”.

Napoli Sassuolo
Il Napoli torna alla vittoria dopo quasi un mese (AP LaPresse)

Spalletti “Io sono soddisfatto”

Mertens apre a un ulteriore rinnovo? “Ne parleremo, ma quello che stiamo facendo vale anche se io l’anno prossimo non dovessi esserci più, questa squadra ha ancora un grandissimo potenziale”.

Non del tutto d’accordo con il suo giocatore è invece Luciano Spalletti: “Sono convinto che a prevalere debba essere la soddisfazione per una annata straordinaria. Oggi abbiamo dimostrato una grande forza di reazione in un momento non facile. Abbiamo sbagliato alcune partite ma ne abbiamo vinte altre incredibili, tenendo testa a chiunque. Non sono d’accordo sul fatto che questo campionato fosse più facile, anzi… forse può essere essere considerato addirittura più difficile. Rimane la grande soddisfazione per una stagione straordinaria. Ormai siamo quasi in Champions e ce la siamo proprio guadagnata”.

Al Napoli manca solo un punto per avere l’aritmetica certezza della partecipazione alla prossima edizione di Champions League.