Champions League, tutti i record di Ancelotti: nessuno come lui!

58

Champions League, tutti i record di Ancelotti: nessuno come lui! Con il Real Madrid è pronto a disputare un’altra finale

Dopo le tre con il Milan e le due con le Merengues, il tecnico emiliano è il primo nella storia ad arrivare a quota cinque. Per ora il bilancio parla di una sola sconfitta, proprio contro il Liverpool.

Ancelotti
Carlo Ancelotti (AnsaFoto)

L’impresa di ieri sera va dritta negli annali della storia del calcio. Il Real Madrid è riuscito ad avere la meglio del Manchester City di Guardiola ai supplementari, coronando una rimonta apparsa impossibile fino a 4′ dal 90′. I ragazzi di Ancelotti erano stati freddati dal gol di Mahrez al 72′ ed erano gravati anche della sconfitta dell’andata in Inghilterra. Sembrava tutto perso e invece un doppio guizzo di Rodrygo, servito prima da Benzema e poi da Carvajal ha trascinato la sfida ai supplementari. E’ bastato un ingenuo fallo di Ruben Dias sul centravanti francese per consentire a quest’ultimo di punire dagli 11 metri Ederson e trascinare i suoi nella finale di Parigi. Dopo aver messo in cassaforte la Liga, ultimo grande campionato europeo a mancare nella nutritissima bacheca di Ancelotti, adesso l’obiettivo è alzare la quattordicesima coppa dei campioni dei Blancos. Pensare che proprio nel momento del suo primo sbarco in Spagna, l’ex tecnico del Milan ha dovuto sovvertire la maledizione della “Decima” che continuava a sfuggire al club più blasonato al mondo. Dal 2014, però, è stata un’escalation di successi, inaugurata dall’emiliano contro l’Atletico Madrid e proseguita da Zidane con altri tre acuti.

Champions League, tutti i record di Ancelotti: a Parigi disputerà la quinta finale della sua carriera

Carlo e Davide Ancelotti
Carlo e Davide Ancelotti (Foto: Ansa)

Per quanto riguarda le statistiche di Carlo Ancelotti, la quinta finale di Champions League rappresenta un record europeo che nessuno può vantare. Ha staccato mostri sacri come Klopp, Ferguson e Marcello Lippi, fermi tutti a 4. Proverà allo Stade de France a portare a casa la sua quarta ‘Coppa dalle grandi orecchie’, dopo le due con il Milan (2003-2007) e quella proprio con il Real (2014). Con il Liverpool sarà una sorta di “bella” per ‘Re Carlo’, visto che nelle due precedenti finali giocate con i Reds, una l’ha vinta e una l’ha persa (in modo rocambolesco nel 2005 ad Istanbul). Un conto personale da chiudere una volta per tutte per ergersi sul gradino più alto degli allenatori mondiali e scrivendo ancora di più la storia del Madrid. Intanto ieri nel post partita è scoppiata la festa negli spogliatoi dei Blancos, con i giocatori scatenati e subito pronti ad esaltare il loro tecnico. C’è un feeling nel gruppo che va ben al di là del semplice rapporto di lavoro e rappresenta da sempre la forza di Ancelotti. Con lui rendono tutti al meglio. E meno male che era bollito.