Stefano Tacconi, arriva l’ultimo aggiornamento: i tifosi incrociano le dita

263

Stefano Tacconi, arriva l’ultimo aggiornamento: i tifosi incrociano le dita. L’ex portiere della Juventus è ricoverato dal 23 aprile all’ospedale di Alessandria per un’emorragia cerebrale

Sono trascorse più di cinque settimane da quando Stefano Tacconi, ex portiere della Juventus degli anni ’80, è ricoverato presso l’ospedale di Alessandria a causa di una gravissima emorragia cerebrale che lo ha colpito mentre era in viaggio con il figlio Andrea, il suo primogenito. Per almeno una settimana, l’ex numero uno bianconero ha lottato tra la vita e la morte nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale piemontese.

Grazie alle solerti cure prestategli da uno staff medico di prim’ordine e alla sua straordinaria forza di volontà, Tacconi ha superato la fase più critica tanto da consentirne lo spostamento inel reparto di Nerurologia della stessa struttura ospedaliera.

Tacconi
Stefano Tacconi (LaPresse)

I medici che hanno preso in cura Tacconi fin dal primo istante del suo ricovero d’urgenza in terapia intensiva ostentano un discreto ottimismo su una sua possibile guarigione completa, ovviamente nei tempi e nei modi che questo tipo di problematica necessita. E’ infatti certo che tra qualche giorno, si parla di un paio di settimane, Tacconi sarà ricoverato in una struttura idonea alla riabilitazione.

Il percorso terapeutico a cui dovrà sottoporsi Stefano Tacconi sarà molto lungo ed estremamente faticoso, ma con l’amore e la vicinanza della sua famiglia e la tempra straordinaria di un fisico ancora forte e atletico, l’ex portiere umbro ha tutte le possibilità di tornare gradualmente ad una vita normale.

Stefano Tacconi, nelle prossime ore la TAC decisiva

Andrea
Andrea Tacconi (Instagram)

Nelle prossime ore, in base all’ultimo aggiornamento reso noto dal figlio di Stefano Tacconi, Andrea, l’ex bianconero sarà sottoposto ad una TAC molto importante, un esame diagnostico che dovrà emettere un responso più preciso sul suo quadro clinico.

C’è la speranza concreta che, se tutto dovesse andare per il verso giusto, Tacconi venga trasferito in un reparto ordinario dell’ospedale prima di lasciare la struttura e iniziare il percorso riabilitativo.

E dunque, tutti quelli che hanno a cuore la salute dell’ex campione bianconero, familiari, amici e semplici tifosi, in questo momento attendono l’esito della TAC con le dita incrociate. Le speranze che Stefano Tacconi torni quello di prima aumentano ora dopo ora.