Tour de France, Pogacar è già senza rivali? Le sue parole spiazzano tutti

254

Tour de France, Pogacar è già senza rivali? Le sue parole spiazzano tutt. Il 23enne campione sloveno ha conquistato la maglia gialla aggiudicandosi la 6/a tappa

Sono soltanto sei le tappe del Tour de France disputate finora, ma la sensazione è che questa edizione della Grand Boucle abbia già trovato un padrone, un autentico dominatore. Che è poi lo stesso che da due anni domina in lungo e in largo la corsa a tappe più prestigiosa del mondo, lo sloveno Tadej Pogacar.

Pogacar
Tadej Pogcar (LaPresse)

Il 23enne sloveno, atleta di punta dell’UAE Team Emirates, si è presentato all’appuntamento più importante dell’anno in condizioni di forma strepitose. Tanto da aver portato subito il suo attacco letale già alla 6/a tappa, la Binche-Longwy di 219,9 chilometri, la più lunga di questo Tour de France.

Tadej Pogacar non solo si è aggiudicato la frazione grazie a una micidiale stoccata in allungo delle sue, ma è riuscito a mettersi addosso la tanto agognata maglia gialla.

Già sull’ultimo Grn Premio della Montanga di giornata, la Cote de Pulventeux, aveva testato le gambe dei propri avversari, con il solo David Gaudu (Groupama-FDJ) in grado di rimanere agganciato alla sua ruota.

Poi nello sprint finale Pogacar è partito a 300 metri dal traguardo, staccando con irrisoria facilità tutti coloro che hanno provato a contendergli la vittoria ed impressionando per la sua facilità di pedalata.

Tour de France, Pogacar rivela: “Maglia gialla non in programma ora”

Pogacar
Tadej Pogacar (LaPresse)

E le dichiarazioni rilasciate alla stampa subito dopo la conclusione della tappa non fanno altro che confermare l’assoluto autocontrollo e la disrmante lucidità di questo 23enne che corre già come un veterano.

“Ogni volta che vinco è sempre più bello. La tappa è stata difficile sin dalla partenza, le prime due ore sono state pazzesche. In tanti sono andati a tutta sin dall’inizio, ma la mia squadra è stata fantastica perché siamo sempre stati presenti e nel finale hanno fatto un gran lavoro mettendomi nelle condizioni migliori per fare lo sprint“.

Infine, la rivelazione che ha lasciato a bocca aperta i suoi presunti avversari: “Non avevo programmato di vestire la maglia gialla quest’oggi – ha confessato Pogacar -. Sono felicissimo per il successo, volevo vincere la tappa e con gli abbuoni ora sono in testa. Ma il Tour è appena iniziato, tutto può succedere”.