Leclerc e Verstappen, mazzata a fine gara: la sanzione è UFFICIALE

638

Leclerc e Verstappen, mazzata a fine gara: la sanzione è UFFICIALE. Il pilota monegasco e quello olandese sono stati convocati dai commissari a fine gara

Il Mondiale di Formula 1 si è riaperto. Almeno sulla carta, la splendida vittoria di Charles Leclerc nel Gran Premio d’Austria sul circuito di casa della Red Bull ha rimesso in discussione la vittoria nel mondiale piloti regalando nuove certezze ai tifosi della Ferrari.

Leclerc e Verstappen
Leclerc e Verstappen (LaPresse)

Certo, i 38 punti di vantaggio in classifica generale lasciano Max Verstappen relativamente tranquillo, ma il Mondiale è ancora molto lungo e a Maranello c’è la convinzione di avere una macchina davvero competitiva in grado di compiere una rimonta che fino a due giorni fa sembrava proibitiva.

Subito dopo la conclusione del Gran Premio austriaco, è esplosa la grande festa ai box Ferrari tra sorrisi, abbracci e pacche sulle spalle. Ma per un attimo i tifosi hanno dovuto trattenere il fiato a causa della convocazione di Leclerc, Verstappen ed Hamilton da parte dei commissari di gara.

I tre piloti sono stati richiamati dai comissari per aver violato le procedure in regime di parco chiuso rese note dal direttore di gara. Una violazione non commessa in prima persona: i piloti di fatto rispondono delle azioni dei loro fisioassistenti, colpevoli di esser entrati nel parco chiuso senza autorizzazione e aver consegnato loro degli oggetti prima della pesa.

Leclerc e Verstappen, la sanzione è soft: multa di 10 mila euro

Podio
Leclerc e Verstappen (LaPresse)

Ma nella mattinata di lunedì è arrivata la sentenza emessa atrraverso un comunicato ufficiale della FIA. L’allarme è per fortuna rientrato: i tre piloti che hanno chiuso ai primi tre posti il GFran Premio d’Austria hanno ricevuto solo una multa di 10 mila euro.

“Gli Steward hanno ricevuto un rapporto dal Delegato dei Media, che è stato successivamente confermato da prove video: i fisio/assistenti dei piloti alla guida delle prime tre vetture sono entrati nel parco chiuso senza autorizzazione, violando la procedura che era stata pubblicata prima della gara “per l’ordinato svolgimento della manifestazione”.

E dunque, la responsabilità dei piloti è solo oggettiva: “In parte questo prevede di impedire la consegna di oggetti ai piloti prima della pesa. Il Concorrente riceve dunque una multa di € 10.000, che resterà in sospeso per il resto della stagione. I concorrenti sono avvertiti che potranno perdere il loro pass nel caso di violazione sistemica”.