Il Milan ha pronta l’alternativa a Renato Sanches: grande nome per il centrocampo

188

Il Milan ha pronta l’alternativa a Renato Sanches: grande nome per il centrocampo. Maldini e Massara sono al lavoro per chiudere in queste ore

Il Psg ha scavalcato i rossoneri sul centrocampista portoghese e dopo la cessione di Wijnaldum alla Roma sono pronti a chiudere la trattativa. Il Milan volge lo sguardo al Tottenham.

Renato Sanches
Il Milan perde definitivamente Renato Sanches (AnsaFoto)

Il mercato del Milan dopo l’arrivo di Charles De Ketelaere è in una sostanziale fase di stallo. I rossoneri dopo aver sistemato la trequarti con l’inserimento del giovane belga, e di Adli, adesso devono pianificare un colpo in mediana. Il nome preferito da mesi è sempre quello di Renato Sanches, ma ormai è un obiettivo da considerarsi sfumato. Questo perchè sul giocatore portoghese è piombato con forza il Psg, che attendeva solo l’uscita di Wijnaldum per chiudere l’operazione. L’olandese firmerà per la Roma in queste ore e così Galtier e Campos potranno riabbracciare il loro gioiello ai tempi del Lille. Il ragazzo aveva dato la disponibilità al Milan ma alla fine è stato convinto dai soldi dei francesi e dal progetto ambizioso a Parigi. Maldini e Massara non si sono persi d’animo e hanno continuato a scandagliare il mercato europeo in cerca del nome giusto da regalare a Pioli. Il ritorno alla base di Pobega ha soddisfatto l’allenatore campione d’Italia, ma per sostituire Kessie serve qualcosa di più.

Il Milan ha pronta l’alternativa a Renato Sanches: grande nome per il centrocampo

Sarr
Sarr (AnsaFoto)

In cima alla lista dei desideri a Milanello è balzato il giovane mediano del Tottenham Pape Matar Sarr. Il ragazzo, classe 2002, era stato acquistato dagli Spurs la scorsa estate dal Metz ed è rimasto in prestito una stagione in Francia. Antonio Conte, dopo l’arrivo di Bissouma ha tante alternative a centrocampo e potrebbe anche privarsi del 19enne di origini senegalesi. In realtà il preferito di Maldini e Massara era Tanguy Ndombelé, sempre di proprietà Spurs, ma con ingaggio decisamente fuori portata (oltre i 7 milioni di euro netti a stagione). Sarr ha le caratteristiche fisiche e tecniche per sostituire Kessie, ma ovviamente dovrebbe pagare lo scotto dell’esperienza. Sarebbe un tassello da aggiungere alla rosa, ma non un titolare sicuro. Pioli avrebbe così Tonali, Bennacer e Pobega come prime scelte, più il senegalese da far crescere con calma. I costi dell’operazione potrebbero non essere proibitivi e si parla anche di un possibile prestito con diritto di riscatto. Antonio Conte non vorrebbe perdere del tutto il cartellino del giocatore, mantenendo perlomeno un diritto di recompra. Sono ore calde, a breve può arrivare la fumata bianca. Il Milan è vigile anche su altri profili, se dovessero presentarsi occasioni interessanti.