“Spero che Berlusconi non mi licenzi”: colpo grosso del Monza di Galliani

396

Conquistato l’accesso ai sedicesimi di finale di Coppa Italia, la campagna di rinforzo dell’ambiziosissimo Monza non è ancora finita

Adriano Galliani è di nuovo il re del mercato. Non più con il Milan che senza di lui ha vinto il titolo italiano dopo diversi anni ma del Monza, promosso in Serie A per la prima volta nella sua storia.

Monza Berlusconi Galliani
Adriano Galliani, sorridente all’esordio di Coppa Italia (AP LaPresse)

Ma il primo ruolo del massimo dirigente del Monza, che a settembre festeggerà i suoi primi quattro anni di proprietà di Silvio Berlusconi, è quello di sviare le voci del mercato. Che si stanno facendo sempre più insistenti.

Monza, Galliani parla di Berlusconi

Alla vigilia della partenza del campionato, che vedrà il Monza impegnato alle 20.45 di sabato contro il Torino, il club brianzolo si presenta al via della Serie A con undici giocatori nuovi, quasi tutti inseriti tra i titolari della squadra di Stroppa. Che nel frattempo ha conquistato anche l’accesso ai sedicesimi di finale di Coppa Italia. Prossimo avversario l’Udinese.

Galliani, che sta spendendo parecchio, scherza sul sul suo mercato avvallato comunque dalla proprietà di Berlusconi: “Ci sono ancora alcune operazioni da perfezionare, sicuramente in difesa e probabilmente anche in attacco. Ma visto che abbiamo speso parecchio spero che prima Berlusconi non mi licenzi”.

Le voci su Icardi

Monza Petagna
Andrea Petagna, dal Napoli al Monza (AP LaPresse)

Inutile sottolineare il fatto che quando si parla di Monza il primo nome che si concretizza è quella di Mauro Icardi, ancora due anni di contratto con il Paris Saint Germain ma al momento poco coinvolto in quella che è la gestione tecnica del nuovo tecnico Galtier.

Icardi, a quanto pare di nuovo in crisi con la moglie e procuratrice Wanda Nara, farebbe carte false per tornare in Italia. Ma guadagna una cifra notevolmente al di sopra di quello che è il budget del Monza. Il contatto tra le parti c’è stato ma molto dipende anche dalla volontà del PSG che sicuramente non vuole lasciare partire gratis il giocatore. Il tempo, con il campionato francese che è già iniziato – Icardi all’esordio del PSG non c’era, ufficialmente fuori per un risentimento muscolare – gioca dalla parte del Monza.

Intanto però il Monza ha chiuso per Andrea Petagna, cresciuto proprio nelle giovanili del Milan di Galliani prima di un gran numero di passaggi che lo hanno visto giocare le ultime due stagioni a Napoli. Prestito con obbligo di riscatto per il Monza, un’operazione da 14 milioni di euro per l’attaccante che a questo punto sembra far tramontare l’ipotesi di un arrivo di Icardi.