Roma, Mourinho scatenato: il messaggio a Friedkin infiamma i tifosi

264

Roma, Mourinho scatenato: il messaggio a Friedkin infiamma i tifosi. Fanno discutere le dichiarazioni del tecnico portoghese dopo la vittoria di Salerno

La ‘nuova’ Roma di Josè Mourinho ha iniziato la stagione con il piede giusto. Nel match valido per la prima giornata, all’Arechi di Salerno contro i ragazzi di Davide Nicola, i giallorossi hanno tenuto fede al pronostico della vigilia, vincendo di misura e con pieno merito. L’1-0 firmato da Bryan Cristante ha regalato ai capitolini i primi tre punti di questo campionato.

Mourinho
Josè Mourinho (LaPresse)

Un successo netto, quello ottenuto dalla Roma, che va ben oltre il risultato striminzito: Pellegrini e compagni hanno offerto una prestazione complessivamente buona, fallendo di un soffio almeno 4/5 nitide occasioni da gol.

La prova della squadra ha soddisfatto in pieno Josè Mourinho, che nelle dichiarazioni post partita ha sottolineato la disinvoltura e la sicurezza con cui i suoi hanno condotto in porto il risultato. “Non siamo riusciti a segnare più gol nonostante le occasioni create. Il risultato più giusto poteva essere un 3-0 o giù di lì“.

Il tecnico della Roma ha poi speso parole di elogio nei confronti dei due giocatori più attesi alla prova, Nicolò Zaniolo e Paulo Dybala: “Entrambi hanno disputato una gara straordinaria, al di là dei gol che non sono riusciti a realizzare. Sono molto contento sia di Nicolò che di Paulo“.

Roma, Mourinho ‘chiama’ Friedkin: “Voglio un attaccante”

Friedkin
Dan Friedkin (Ansa)

Tutto bene, dunque, per una Roma che la stragrande maggioranza degli addetti ai lavori considera la principale antagonista di Milan ed Inter, le vincitrici degli ultimi due campionati. Ma secondo il tecnico che il presidente Friedkin ha ingaggiato per riportare in alto la Roma, c’è ancora qualcosa che non va.

E questo qualcosa è stato espresso dallo Special One senza troppi giri di parole: “Se contro la Salernitana avessi avuto un altro attaccante forte in panchina avrei fatto entrare lui con l’obiettivo di segnare il 2-0 per chiudere la partita“.

E’ questo un messaggio inviato direttamente a Dan Friedkin e alla società tutta: Mourinho vuole a tutti i costi un centravanti di alto livello, un giocare concreto e affidabile.

In sostanza, il ritratto di Andrea Belotti. Spetta ora al direttore generale Tiago Pinto raccogliere l’input del tecnico di Setubal e definire quanto prima l’ingaggio dell’ex bomber del Torino.