Milan, un titolare infuriato con Pioli: le immagini non mentono, ecco cosa è succcesso

208

Durante la partita di Champions League contro il Salisburgo un giocatore del Milan è apparso furioso con il suo allenatore, Stefano Pioli: ma ecco cosa è successo veramente.

Il pareggio in terra austriaca non è da buttare ma soprattutto la prestazione non ha soddisfatto i tifosi rossoneri: il cammino europeo si complica?

Stefano Pioli (Ansa)
Stefano Pioli (Ansa)

Dopo la grande vittoria nel derby contro l’Inter tutti si aspettavano un grande esordio del Milan anche in Champions League, ma i rossoneri hanno incontrato più difficoltà del previsto. La sconfitta del Chelsea nel pomeriggio contro la Dinamo Zagabria ha sorpreso e non poco, e per questo motivo ottenere i tre punti sarebbe stato doppiamente importante per le sorti del girone.

Invece la squadra di Pioli si è trovata di fronte una squadra giovane, organizzata e vogliosa di fare bene davanti ai propri tifosi. Il vantaggio iniziale del Salisburgo con Okafor sembrava poter indirizzare la partita dalla parte degli austriaci, ma sul finale del primo tempo il gol di Saelemaekers ha ristabilito la parità. Durante tutta la partita gli uomini del giovanissimo allenatore Jaissle si sono fatti comunque preferire e ai punti avrebbero meritato qualcosina in più degli avversari.

Le attenuanti per Pioli però non sono poche: prima su tutte, la stanchezza sia fisica e mentale di dover affrontare un match già così importante appena tre giorni dopo un derby molto intenso. Alla fine il punto può accontentare i rossoneri, ma ciò che ha fatto più scalpore è stato lo sfogo di uno dei fedelissimi della squadra contro il suo allenatore: ecco cosa è successo.

La sostituzione non è andata proprio giù: ecco cosa rischia ora

A circa dieci minuti dall’inizio del secondo tempo Pioli, non soddisfatto delle prestazioni di alcuni giocatori, decide di fare le prime sostituzioni. Tra quelli che lasciano il campo ci sono Giroud, Bennacer e Calabria. Il capitano del Milan lascia il campo all’esordiente Dest ma lo fa molto infastidito, tanto che poco dopo viene inquadrato dalle telecamere visibilmente scuro in volto.

Davide Calabria (Twitter)
Davide Calabria (Twitter)

Tra i motivi di questa reazione potrebbe esserci la rabbia di non aver fornito una buona prestazione, ma allo stesso tempo la contrarietà per la scelta fatta dal mister rossonero. Un’ipotesi che, se fosse confermata, sarebbe grave soprattutto per il ruolo del terzino italiano all’interno dello spogliatoio. Adesso Calabria rischia veramente di perdere il posto a vantaggio dell’ex terzino del Barcellona che, nei minuti avuti a disposizione, ha già fatto intravedere un assaggio delle sue qualità.

Già a partire dalla prossime partite il “caso” Calabria non avrà alcuna ripercussione sulle decisioni di Pioli oppure se ci saranno delle conseguenze.