Formula 1, nuovo stravolgimento sulla griglia: cambia davvero tutto!

614

Formula 1, nuovo stravolgimento sulla griglia: cambia davvero tutto! Una mossa che ha colto di sorpresa anche il diretto interessato

Per quanto riguarda il Gran Premio di Austin in Texas, è stata annullata la penalità inflitta a Fernando Alonso per la perdita dello specchietto nel contatto con Stroll. Il suo settimo posto è salvo.

Formula 1
Formula 1 (AnsaFoto)

La sua gara ad Austin era stata a dir poco sensazionale. Ritrovatosi nelle retrovie in partenza, Fernando Alonso era riuscito a rimontare fino al settimo posto finale. Grazie alla safety car e ad una strategia azzeccata, il leone spagnolo si era andato a prendere una meritatissima zona punti. Non era stato fermato nemmeno dall’assurda manovra di Stroll, che per difendersi dal sorpasso sul lungo rettilineo del secondo settore, ha cambiato repentinamente traiettoria innescando una collisione. Lo specchietto perso nell’incidente al 22° giro gli era costata però una penalità di 30 secondi sub iudice.

Con tale provvedimento la Direzione Gara lo aveva retrocesso automaticamente al 15° posto. Ovviamente l’Alpine per tutelare il proprio pilota ha deciso di presentare un ricorso. Fortunatamente per il due volte campione del mondo, la richiesta è stata accettata e il provvedimento cancellato, tanto da restituirgli con merito il piazzamento onorevole.

Formula 1, decisione ufficiale sull’ordine d’arrivo di Austin: restituito il settimo posto ad Alonso

Fernando Alonso
Fernando Alonso (AnsaFoto)

Fernando Alonso era stato piuttosto chiaro anche a caldo dopo il GP, quando dichiarò: “È semplice, la protesta non è legale in quanto presentata fuori tempo massimo. Logico”. Il reclamo era stato inoltrato dalla Haas, ma presentava un ritardo di 24 minuti rispetto al limite. Per questo la decisione è stata esattamente quella che si aspettavano lo spagnolo e la Alpine. I Commissari hanno infatti definito ‘illegale’ la protesta della scuderia americana, rispedendola al mittente.

Sulla nota ufficiale della FIA si legge: “Il reclamo della scuderia guidata da Gunther Steiner non doveva essere preso in considerazione”. La penalità ad Alonso è stata annullata e così è stato ripristinato l’ordine d’arrivo originale con Fernando settimo, Sebastian Vettel ottavo, Kevin Magnussen nono e Yuki Tsunoda decimo. La Alpine con i sei punti di Alonso sale a +11 sulla McLaren, in quarta posizione nella classifica costruttori. Appuntamento ora in Messico, dove domenica si correrà il terzultimo appuntamento di questa lunghissima stagione.