Ferrari, che carica! L’annuncio per il 2023 manda in estasi i tifosi della Rossa

282

Ferrari, che carica! L’annuncio per il 2023 manda in estasi i tifosi della Rossa. L’arrivo di Frederic Vasseur potrebe dare la svolta

Si avvicina a grandi passi il nuovo anno, un 2023 che negli auspici di tifosi e appassionati di Formula Uno possa coincidere con il ritorno della Ferrari ai livelli che le competono. L’obiettivo dalle parti di Maranello non può non essere la conquista del titolo mondiale, un successo che nella pur ricca bacheca della scuderia modenese manca da oltre quindici anni, per la precisione dal 2007.

Leclerc e Sainz alla riscossa
Leclerc e Sainz – Sportitalia.it

E la decisione, tanto drastica quanto coraggiosa, del presidente John Elkann di ingaggiare un manager esperto come Frederic Vasseur per affidargli il ruolo più delicato, quello di team principal e capo del muretto, va letta come il tentativo estremo di imprimere un definitivo cambio di rotta nel cammino del Cavallino Rampante nel circus della Formula Uno.

L’interrogativo che da qualche settimana aleggia su Maranello è se l’addio di Mattia Binotto, tanto discusso e controverso quanto forse inevitabile, porterà quei benefici che in casa Ferrari si spera di ottenere. Il 5 marzo prossimo avrà inizio il Mondiale 2023 con il Gran Premio del Bahrein. Due mesi appena, sessanta giorni di attesa spasmodica tra i tifosi della Rossa.

Ferrari, che carica: Grosjean la indica come favorita per il titolo mondiale

La prima data da tenere  mente è in realtà martedì 14 febbraio, giorno della presentazione della nuova vettura, quella che sarà affidata a Charles Leclerc e Carlos Sainz con il compito di spezzare l’egemonia della Red Bull e di Max Verstappen. Non sarà facile, tutt’altro, ma la Ferrari sembra avere i mezzi e le risorse per sovvertire i pronostici della vigilia che indicano il team di Milton Keynes come logico favorito per la riconquista del titolo iridato.

Quello che i tifosi della Rossa sperano è che grazie all’arrivo di Frederic Vasseur al posto di Mattia Binotto al comando del muretto, la Ferrari sia in grado di eliminare quegli errori operativi che l’hanno resa decisamente vulnerabile in pista ben oltre i meriti della Red Bull. C’è chi ne è fermamente convinto come l’ex pilota svizzero Romain Grosjean che punta con decisione sulla crescita esponenziale di Maranello.

Dopo le prime tre gare sarebbe stato da pazzi non pensare che la Ferrari sarebbe stata campione del mondo con Charles Leclerc, queste le sue parole al podcast di Motorsport Magazine. “Invece ha conquistato il secondo posto e solo all’ultimo GP. Credo che la delusione di Charles sia dovuta soprattutto a questo”.

Grosjean punta sulla Ferrari
Romain Grosjean – Sportitalia.it

L’analisi di Grosjean parte da lontano: “Se George Russell fosse arrivato secondo in campionato sarebbe stato un gran risultato, ma se sei in testa al campionato dopo tre gran premi, hai ben 46 punti di vantaggio su Max Verstappen e nonostante questo gli finisci dietro, fa male. Credo comunque che la Ferrari sarà molto forte nel 2023″.

Leclerc ha fatto davvero un ottimo lavoro: ha commesso qualche errore, è vero, ma quelli li fai quando cerchi di recuperare lo svantaggio. Se sei davanti e le cose ti vanno bene, è più facile non commettere errori. Sono quindi molto impressionato dal lavoro che ha svolto Charles e credo che la Ferrari imparerà da quest’anno, penso che nel 2023 possa finalmente vincere il titolo mondiale”.