Atalanta-Milan 2-3, Highlights, Voti e Tabellino: lezione alla Dea

301

Il Milan gioca una delle più belle partite degli ultimi anni e conquista una vittoria pieanamente meritata in casa dell’Atalanta

Atalanta Milan Leao
Rafael Leao autore del terzo gol del Milan (Getty Images)

Milan straordinario, Atalanta sicuramente colpita a freddo da un gol evitabile ma deludente sotto l’aspetto della qualità e del gioco. Per altro in una serata in cui si fa male anche Pessina.

Atalanta-Milan 2-3

Dopo nemmeno trenta secondi il Milan è già in gol: pessima lettura difensiva dell’Atalanta su un appoggio di Theo Hernandez che libera Calabria, bravo a raccogliere la corta respinta di Musso sulla prima conclusione. Atalanta che accusa il colpo di fronte a un ritmo arrembante da parte del Milan, decisamente molto aggressivo. La reazione dei padroni di casa si concretizza in due clamorose palle gol, con Zapata e Malinovskyi, sui quali interviene in modo decisivo un ottimo Maignan.

L’infortunio di Pessina complica ulteriormente i piani di Gasperini, già privo di Gosens. Il tutto in un ritmo frenetico. Poi allo scadere del primo tempo altro errore in ripartenza dell’Atalanta che spalanca il corridoio giusto davanti a Tonali che con grande freddezza coglie il raddoppio. Atalanta alle corde.

Ci si aspetterebbe un’Atalanta molto diversa e più aggressiva nel secondo tempo: niente di tutto questo. Nemmeno i cambi portano concretezza a una squadra macchinosa, stanca e con poche idee nella quale Zapata e Muriel girano a lungo a vuoto e senza creare quasi nulla. Saelemaekers costringe Musso a un grande intervento. Ma è un contropiede dell’esordiente Messias a innescare il movimento di Rafael Leao che nell’unica azione davvero pericolosa che lo vede protagonista senza uno splendido gol. Arriva il rigore dell’1-3 (fallo di mano di Messias evidenziato dalla VAR) trasformato da Zapata. L’Atalanta trova il gol dell’Ave Maria su un’azione molto discussa (fallo abbastanza evidente ai danni del Milan) con Pasalic con qualche polemica nel finale in una partita nella quale l’Atalanta, in tutto il secondo tempo, non ha mai creato un solo pericolo a Maignan.

Milan che viene ripagato dalla grande delusione della sconfitta di Champions subita dall’Atletico Madrid con una prestazione davvero di altissimo livello.

LEGGI ANCHE > Fiorentina-Napoli 1-2, Highlights, Voti e Tabellino: settebello…

LEGGI ANCHE > Sassuolo-Inter 1-2, Highlights, Voti e Tabellino: Dzeko guida la rimonta

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI ATALANTA – MILAN

Il tabellino

ATALANTA-MILAN 2-3
1′ Calabria, 42′ Tonali, 78′ Leao, 86’ Zapata su rigore,  90’+3′ Pasalic
ATALANTA (3-4-2-1): Musso 5; Djimsiti 6, Demiral 5.5 (dal 46′ Koopmeiners 5), Palomino 6; Maehle 5.5 (dal 56′ Muriel 5), De Roon 6, Freuler 5 (dall’87’ Pasalic 6), Zappacosta 6.5; Pessina 6 (dal 24′ Pezzella 5), Malinovskyi 5 (dal 56′ Ilicic 5.5); Zapata 6.
MILAN (4-2-3-1): Maignan 6.5; Calabria 7, Kjaer 7, Tomori 7, Theo Hernandez 7 (dall’80’ Ballo-Touré); Tonali 7.5 (dall’80’ Bennacer), Kessié 7; Saelemaekers 6, Diaz 6.5 (dal 74′ Messias 6), Leao 7 (dall’89’ Pellegri), Rebic 6.5.
Ammoniti: De Roon, Brahim Diaz, Tomori, Messias, Leao, Pioli