Valentino Rossi stupisce ancora: la rivelazione in tv

394

Valentino Rossi sarà protagonista della puntata di stasera de “Le Iene”: il pilota parlerà della sua carriera e della sua vita privata

Valentino Rossi
Getty Images

Il Gran Premio dell’Emilia Romagna ha rappresentato l’ultima gara italiana di Valentino Rossi in MotoGp. Il pilota della Yamaha, come ormai tutti sanno, si ritirerà a fine stagione e disputerà solo altri due gran premi prima di scendere dalla sua moto e passare ad una nuova fase della sua vita.

Il “dottore” si è goduto la corsa sul tracciato di Misano, conquistando la decima posizione e ricevendo il giusto tributo da piloti e tifosi italiani. Per l’occasione anche il giornalista Stefano Corti, inviato della trasmissione “Le Iene”, ha raggiunto il centauro di Tavullia per sottoporlo ad un‘intervista particolare.

La chiacchierata, sempre in tono amichevole e senza peli sulla lingua, sarà trasmessa nella puntata di stasera del programma di Italia 1. Valentino ha parlato della sua carriera e anche di alcuni aspetti della sua vita privata.

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi, la provocazione dopo Misano spiazza tutti: lo farà davvero?

Valentino Rossi si confessa alle Iene: “Mi fate venir voglia di correre ancora”

Rossi scherza
Getty Images

Il campione della MotoGp si è lasciato coinvolgere in un giochino ideato dalla trasmissione: ascoltando le telecronache di Guido Meda, Rossi ha dovuto indovinare di quale gara si trattasse.

Il dottore è riuscito ad accertare tutte le risposte, tranne quando è stato mandato in onda l’audio di una ipotetica vittoria del decimo mondiale (scherzo ideato insieme al giornalista). E così, ascoltando la narrazione delle sue vittorie e rivedendo quelle immagini, Valentino ha affermato:

“Rivedere le immagini delle mie gare mi fa venire voglia di correre per altri 10 anni, però va bene così”.

Nel corso della sua intervista Rossi ha ammesso che i rivali più scomodi da affrontare sono stati Biaggi, Stoner e Lorenzo. Il più grande pilota italiano ha anche svelato che dopo il 2015 qualcosa è cambiato: “Qui, nel 2015, ci sono dei ricordi molti brutti perché c’è stata una grande lotta tra me e Lorenzo e abbiamo avuto dei problemi con Marquez che mi ha fatto perdere. Non si era mai visto che un campione corra per far perdere un altro e non per vincere lui. Mi dispiace non aver vinto 10 mondiali perché a Valencia ho sbagliato e sono caduto ma questo ha fatto più male. È un grande rammarico perché non me l’aspettavo e da lì non è stato più lo stesso“.

LEGGI ANCHE: Quartararo campione del mondo MotoGP: l’omaggio del paddock

Ora per lui si apriranno le porte di un nuovo tipo di vita: l’automobilismo, con le gare della serie Endurance GT, e soprattutto quella del papà. E quando gli è stato chiesto cosa fosse più importante, il mondiale o la nascita di sua figlia Rossi ha risposto: “Sapere di diventare papà è sicuramente più emozionante, vincere il mondiale è più adrenalinico”.