Hamilton, la dura replica alle accuse: “Non si muove avanti e indietro”

260

Hamilton, la dura replica alle accuse: “Non si muove avanti e indietro”. Il campione della Mercedes respinge al mittente ogni sospetto e insinuazione

Formula 1 Brasile Hamilton
Lewis Hamilton si riavvicina a Verstappen nella lotta per il titolo (AP LaPresse)

La tensione è alle stelle. Il Gran Premio del Brasile ha visto riaprirsi a tutto tondo il duello per la conquista del titolo mondiale di Formula 1: grazie al trionfo sul circuito di Interlagos, Lewis Hamilton ha ridotto sensibilmente le distanze dal rivale Max Verstappen, leader della classifica del mondiale piloti. La splendida vittoria di ‘Space Ham‘ ha avuto un effetto deflagrante sui rapporti tra i due team migliori del circus: la breve tregua tra i vertici di Brackley e Milton Keynes si è interrotta bruscamente con la vittoria del campione del mondo in carica.

LEGGI ANCHE>>>Formula 1 Brasile, Hamilton vince, Verstappen non molla

LEGGI ANCHE>>>Verstappen-Hamilton, volano gli stracci: che accuse alla Red Bull!

Frecciate velenose, polemiche costruite ad arte, accuse reciproche di violazioni regolamentari, ricorsi in serie: i rapporti tra Mercedes e Red Bull sono di nuovo ai minimi termini e tutto lascia credere che da qui al termine della stagione, a cui mancano ormai solo tre gare, il peggio debba ancora venire.

L’ultima schermaglia in tal senso risale a qualche ora fa: dalla Red Bull è partito il sospetto che nel corso del fine settimana di Interlagos la Mercedes abbia fatto ricorso al famigerato DAS, il sistema grazie al quale il pilota, tramite un pulsante, potesse far andare avanti o indietro il volante modificando la convergenza delle ruote anteriori per generare temperatura sugli pneumatici.

LEGGI ANCHE>>>Hamilton, clamorosa conseguenza per il suo gesto: arriva la penalità

Hamilton
Lewis Hamilton vince in Brasile (Archivio LaPresse)

Hamilton, arriva la sua rabbiosa smentita: “Niente DAS, il volante non si muove”

Non si è fatta attendere la replica, piuttosto seccata, di Lewis Hamilton: “Il piantone dello sterzo non si muove avanti e indietro – ha tuonato il sette volte campione del mondo -. Sabato c’è stato un po’ di giocoma meno di un millimetro, probabilmente. È una cosa che non mi piace – ha concluso Hamilton– quindi hanno dovuto cambiare la colonna. Da lì in poi non c’è stato più gioco. Abbiamo avuto il DAS l’anno scorso. Ora non ce l’abbiamo”.